Macchie di pigmento

e Carola Felchner, giornalista scientifica

Christiane Fux ha studiato giornalismo e psicologia ad Amburgo. L'esperto redattore medico scrive articoli di riviste, notizie e testi fattuali su tutti i possibili argomenti di salute dal 2001. Oltre al suo lavoro per, Christiane Fux è anche attiva nella prosa. Il suo primo romanzo poliziesco è stato pubblicato nel 2012 e scrive, progetta e pubblica anche le sue commedie poliziesche.

Altri post di Christiane Fux

Carola Felchner è una scrittrice freelance nel dipartimento medico di e una consulente certificata per la formazione e la nutrizione. Ha lavorato per diverse riviste specializzate e portali online prima di diventare giornalista freelance nel 2015. Prima di iniziare il suo tirocinio, ha studiato traduzione e interpretariato a Kempten e Monaco.

Maggiori informazioni sugli esperti di Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Le macchie di pigmento (iperpigmentazione medica) sono macchie brunastre della pelle. Le aree scure della pelle si verificano quando speciali cellule della pelle rilasciano sempre più melanina, il pigmento della pelle. Le macchie di pigmento sono generalmente innocue. Tuttavia, molte persone li trovano antiestetici ed esteticamente fastidiosi. Leggi come si sviluppano le macchie di pigmento e cosa puoi fare al riguardo.

Breve panoramica

  • Cosa sono le macchie di pigmento? Macchie brunastre, rossastre o color ocra sulla pelle che non sono in rilievo e quindi non percepibili. Spesso si formano in aree esposte alla luce (ad esempio sul viso). Per lo più, le macchie di pigmento sono innocue; ma possono anche indicare il cancro della pelle.
  • Cause: eccessiva formazione della melanina del pigmento cutaneo, ad esempio a seguito di esposizione al sole o predisposizione. Gli ormoni femminili (gravidanza, rimedi ormonali), le ustioni, nonché varie malattie e farmaci favoriscono i disturbi del pigmento.
  • Quando dal dottore? generalmente ogni due anni per un controllo dal dermatologo (dermatologo); Una visita dal medico è consigliata anche se la macchia di pigmento è asimmetrica, ha un bordo irregolare, non è uniformemente colorata e/o ha un diametro superiore a due millimetri.
  • Trattamento: non assolutamente necessario per macchie di pigmento innocue; se necessario per motivi estetici rimozione da parte di un dermatologo, z. B. con peeling, laser, freddo
  • Prevenzione: con protezione solare, crema da giorno con fattore di protezione solare

Macchie di pigmento: descrizione

La pelle umana è raramente completamente impeccabile. La pelle tende ad avere disturbi della pigmentazione, specialmente nelle persone di pelle chiara. Alcune forme come le lentiggini (efelidi) compaiono già nei bambini, le macchie dell'età (lentigo solaris) compaiono nel corso della vita. I segni possono essere di colore brunastro, rossastro o ocra e di solito non sono in rilievo, cioè non palpabili. Si formano principalmente sulle zone della pelle particolarmente esposte alla luce, ad esempio sul viso, sul décolleté o sulle mani.

Una forma speciale di disturbo del pigmento è il nevo pigmentoso, noto anche come macchia caffè-latte per via del suo aspetto. È uniformemente colorato dal marrone chiaro al marrone scuro. Il nevo spilus ha un aspetto simile, può avere le dimensioni del palmo della tua mano e ha macchioline più scure. Entrambe le forme di disturbi della pigmentazione sono presenti dalla nascita, ma possono aumentare nel corso della vita.

Macchie di pigmento: cause e malattie

Le macchie di pigmento sono causate da alcune cellule della pelle, i melanociti, che producono la melanina del pigmento della pelle. Ciò garantisce l'effetto abbronzante e protegge le cellule della pelle dai raggi UV. Se c'è una quantità eccessiva di melanina in alcune aree, compaiono delle macchie. Oltre alla radiazione solare, anche la predisposizione gioca un ruolo qui.

La formazione di macchie di pigmento è promossa dagli ormoni femminili. Le donne che usano la contraccezione ormonale (come la pillola) hanno maggiori probabilità di avere macchie di pigmento rispetto alle donne senza contraccezione ormonale.

I disturbi del pigmento ormonale possono verificarsi anche durante la gravidanza. Si esprimono come una grande area pigmentata scura sul viso, nota come maschera di gravidanza o colasma. Questi sintomi scompariranno da soli dopo il parto.

Alcuni farmaci aumentano la sensibilità della pelle alla luce e possono anche portare a disturbi del pigmento. Questi includono alcuni antibiotici, alcuni farmaci chemioterapici, ma anche preparati a base di erba di San Giovanni.

I disturbi del pigmento possono anche essere il risultato di ustioni o malattie. Ad esempio, la pigmentazione della pelle può essere più scura in alcuni punti a causa di una puntura d'insetto, una malattia della pelle (come la psoriasi, l'acne), una malattia infettiva (come l'herpes zoster o la sifilide). Anche tumori, disordini metabolici, intolleranza al glutine e una carenza di acido folico o vitamina B12 possono provocare disturbi del pigmento.

Rischio di cancro della pelle

Per quanto innocui siano di norma i disturbi del pigmento, a volte dietro i sintomi della pelle si nasconde un pericoloso cancro della pelle. Il più pericoloso è il cancro della pelle nero (melanoma maligno). Il cancro della pelle nera ha origine dalle cellule della pelle che formano il pigmento, i melanociti. Puoi muoverti liberamente nel corpo.

Questo spiega perché il cancro della pelle nera, rispetto ad altri tipi di cancro della pelle, si diffonde ad altri organi relativamente presto e forma metastasi lì. Altre forme meno aggressive di cancro della pelle sono il cancro delle cellule basali e il cancro delle cellule squamose (collettivamente indicato come cancro della pelle bianco).

Il cancro della pelle è quasi sempre curabile nelle prime fasi. Ecco perché i controlli cutanei da parte dei dermatologi, ma anche regolari autocontrolli, possono salvare vite umane.

Disturbo del pigmento: malattia dei punti bianchi (vitiligine)

A rigor di termini, la malattia dei punti bianchi è l'opposto delle macchie di pigmento. La pelle delle persone colpite non produce troppa melanina in certe zone, ma troppo poca. Ciò si traduce in aree della pelle molto chiare, povere di pigmento o addirittura prive di pigmento. Le macchie pallide e irregolari possono in linea di principio apparire su tutto il corpo, ma di solito compaiono prima sulle mani e sul viso.

Le cause di queste condizioni della pelle non sono ancora note. Si ritiene che i fattori genetici svolgano un ruolo, ma potrebbe esserci anche una reazione autoimmune. La malattia della macchia bianca è innocua, ma è spesso percepita da chi ne è affetto come esteticamente fastidiosa proprio come le macchie di pigmento. Non esiste una cura per la malattia. Tuttavia, la sua progressione può essere attenuata dalla terapia con raggi UV-B.

Macchie di pigmento: quando è necessario consultare un medico?

Per il profano, le macchie di pigmento e altre voglie innocue non sono facili da distinguere dai cambiamenti maligni della pelle. Dovresti quindi far controllare la tua pelle da un dermatologo ogni due anni.

Ma tieni d'occhio anche la tua pelle tra un appuntamento e l'altro. La regola ABCDE consente una valutazione iniziale delle voglie e delle macchie di pigmento. lei sta per

  • A = Asimmetria: nelle fasi iniziali, i melanomi sono spesso preannunciati da una forma asimmetrica.
  • B = limitazione: la macchia di pigmento sembra esaurirsi ai bordi, è irregolare, ruvida e frastagliata. Bordi irregolari e bordi sfocati indicano un potenziale melanoma.
  • C = Colore: il segno è più chiaro o più scuro in alcuni punti. Aree nere, marrone scuro, bluastre, rosse, grigie o color pelle indicano contemporaneamente un melanoma.
  • D = diametro: si devono sempre osservare le macchie di pigmento con un diametro superiore a due millimetri.
  • E = evoluzione: alterazioni della pigmentazione; se si verificano entro tre mesi, il segno deve essere controllato da un medico.

Tali caratteristiche possono indicare un cancro della pelle e dovrebbero quindi essere valutate da un dermatologo. Questo vale anche se i segni sanguinano o prudono, o cambiano di dimensioni e forma.

Macchie di pigmento: ecco cosa fa il dottore

Non è necessario trattare i segni della pelle innocui e le macchie dell'età. Se, invece, disturbano per motivi estetici, il dermatologo può rimuovere le macchie di pigmento:

  • Laser: un metodo efficace è il trattamento laser. Gli accumuli di pigmento vengono frantumati dall'energia luminosa e quindi eliminati dalle cellule immunitarie.
  • Freddo: Nella terapia del freddo (criopeeling), la superficie dell'epidermide viene congelata con azoto liquido in modo che muoia.
  • Levigatura: le macchie di pigmento possono anche essere levigate con un bisturi.
  • Peeling: i peeling acidi possono anche rimuovere le macchie di pigmento. Ma neanche questo è un metodo gentile. Gli acidi utilizzati devono penetrare nella pelle relativamente in profondità per essere efficaci.

Tutti i trattamenti devono essere eseguiti solo da un dermatologo esperto, altrimenti c'è il rischio di pigmentazione irregolare e cicatrici.

Dopo aver rimosso i segni, la pelle è particolarmente sensibile per settimane e tende a formare nuove macchie di pigmento. Ha quindi bisogno di una protezione dal sole ancora maggiore del solito.

Macchie di pigmento: puoi farlo da solo

Esistono vari rimedi (casalinghi) che dovrebbero aiutare a rimuovere le macchie di pigmento da soli. Tuttavia, gli sbiancanti da banco sono meno efficaci nell'eliminare i disturbi della pigmentazione. In particolare, le macchie più scure non possono essere rimosse con il loro aiuto. Le tinture e le creme possono, tuttavia, causare notevoli irritazioni cutanee.

I rimedi naturali sono meno preoccupanti, anche se non sono del tutto privi di effetti collaterali. E: il loro effetto di solito non è scientificamente provato o è testato solo su un piccolo numero di persone del test. I rimedi naturali che dovrebbero aiutare con le macchie di pigmento includono, ad esempio:

  • Limone: L'acidità del limone può avere un effetto schiarente in quanto ha un effetto esfoliante. Ma poiché penetra solo negli strati superiori della pelle, l'effetto sarà molto probabilmente minimo.
  • Arancia rossa: secondo uno studio dell'Università di Catania, l'estratto di arancia rossa sarebbe in grado di ridurre i disturbi della pigmentazione, in quanto rende la pelle più resistente ai raggi solari.
  • Papaya: il frutto contiene il principio attivo papaina, che si dice aiuti il ​​corpo a scomporre più rapidamente i prodotti metabolici. Questo dovrebbe anche far scomparire gradualmente le macchie della pelle. Tuttavia, la papaina può scatenare allergie perché rompe la funzione barriera della pelle.
  • Vitamina A: si dice che la vitamina, nota anche come retinolo, rallenti l'invecchiamento della pelle e influenzi anche la formazione di macchie di pigmento.

Se vuoi provare uno di questi o un altro rimedio (casalingo o naturale) per le macchie di pigmento, dovresti prima parlare con il tuo dermatologo. Può consigliarti la corretta applicazione e segnalare possibili effetti collaterali.

Prevenzione per stancarsi

Meglio che cercare di sbarazzarsi delle macchie è non lasciarle apparire in primo luogo. Una protezione solare costante è l'aspetto più importante se si desidera prevenire le macchie di pigmento, ma anche il cancro della pelle. La luce UV nella radiazione solare favorisce sia l'una che l'altra.

Molti pensano alla protezione solare quando sono in spiaggia o sugli sci, ma la trascurano nella vita di tutti i giorni - nella decappottabile, quando si va a fare una passeggiata, al bar. Con una crema da giorno ad alto fattore di protezione solare, sei sempre preparato. Naturalmente, dovresti evitare il sole di mezzogiorno e proteggere generosamente tutte le parti scoperte del corpo con la crema solare per prevenire macchie di pigmento e cancro della pelle.

Tags.:  gpp desiderio insoddisfatto di avere figli droghe 

Articoli Interessanti

add