Parto prematuro

Nicole Wendler ha un dottorato di ricerca in biologia nel campo dell'oncologia e dell'immunologia. Come editore medico, autore e correttore di bozze, lavora per vari editori, per i quali presenta questioni mediche complesse ed estese in modo semplice, conciso e logico.

Maggiori informazioni sugli esperti di Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Il travaglio prematuro preoccupa ogni donna incinta: aumenta la paura di un parto prematuro. Ma diventa pericoloso solo quando la cervice si apre durante queste contrazioni. Allora c'è un urgente bisogno di azione. Scopri qui cosa promuove il travaglio prematuro, come puoi riconoscere il travaglio prematuro e cosa fare allora.

Cos'è il travaglio prematuro?

Le contrazioni premature sono le cosiddette contrazioni di apertura che iniziano prima della data di scadenza calcolata. Le contrazioni dei muscoli lisci della parete uterina (muscoli dell'utero) provocano l'apertura della cervice, cioè la cervice. Solo tali contrazioni cervicali sono veramente un vero travaglio prematuro. Se il bambino nasce prima della 37a settimana di gravidanza a causa di un travaglio prematuro, si parla di parto prematuro.

Riconosci il travaglio prematuro

Ogni donna incinta è rapidamente preoccupata se le contrazioni si verificano prima della data prevista per il parto. Molto probabilmente, tuttavia, le contrazioni pratiche o le contrazioni della parte bassa della schiena innescano la scomoda trazione nell'addome. Tuttavia, se noti contrazioni uterine per un lungo periodo di tempo ea brevi intervalli (più di tre volte all'ora), devi assumere dolori del travaglio prematuri. A volte il travaglio pretermine è accompagnato da dolore lombare e non può essere alleviato dal calore. Potresti anche sentire il bambino che spinge verso il basso. Con tutti questi segni, dovresti assolutamente vedere un dottore. Se c'è anche sanguinamento o scoppia il sacco amniotico, devi andare immediatamente in clinica!

Come fa il medico a diagnosticare il travaglio prematuro?

Nella pratica o nella clinica, il medico condurrà vari esami per determinare se hai effettivamente avuto un travaglio prematuro. Il ginecologo prima controlla se - o fino a che punto - la cervice è aperta. L'ecografia aiuta a determinare la lunghezza della cervice e permette di osservare il bambino. Se il bambino sta bene può essere visto anche sul registratore delle contrazioni (cardiotocografo, CTG), che registra non solo il battito cardiaco del bambino, ma anche la forza e la frequenza delle contrazioni premature.

Anche se il tuo medico ti diagnostica un travaglio prematuro, ciò non significa automaticamente che il bambino nascerà prematuramente. La causa del travaglio prematuro gioca un ruolo in questo.

Ragioni per il travaglio prematuro

Il travaglio prematuro può essere sia fisico che emotivo. Le malattie della madre o del bambino possono innescare un travaglio prematuro tanto quanto lo stress e il disagio psicologico, ad esempio. Molto spesso, il travaglio prematuro è una risposta non specifica a un sovraccarico generale.

I fattori di rischio per il travaglio precoce sono:

  • precedenti parti prematuri o aborti spontanei
  • Gravidanza multipla
  • Malformazioni e malformazioni del bambino (schiena aperta = spina bifida), della placenta (insufficienza placentare), della cervice (insufficienza cervicale) o dell'utero (miomi)
  • troppo liquido amniotico (idramnios)
  • Malattie materne: infezione vaginale, ipertensione correlata alla gravidanza (preeclampsia), diabete mellito, febbre, depressione
  • condizioni di vita sociale sfavorevoli: scarsa istruzione, disoccupazione, gravidanza nubile, indesiderata
  • stile di vita malsano della madre: nicotina, alcol, malnutrizione o malnutrizione
  • Età delle donne in gravidanza sotto i 18 anni o sopra i 35 anni

Trattamento del travaglio prematuro

Se inizi il travaglio prima della 37a settimana di gravidanza, potresti avere un parto prematuro. I medici cercheranno di rimandare il più a lungo possibile e di prolungare la gravidanza. Tuttavia, porre fine alla gravidanza potrebbe anche essere la cosa migliore per il tuo bambino. I medici devono quindi sempre decidere caso per caso cosa è giusto per madre e figlio.

Soprattutto in caso di travaglio prematuro prima della 34a settimana di gravidanza, è fondamentale per la prognosi del bambino che si guadagni un po' di tempo. In questa fase della gravidanza, lo sviluppo dei polmoni del bambino non è ancora completo. Al fine di prevenire complicazioni dopo il parto, la maturazione polmonare deve quindi essere accelerata. Per fare questo, il medico ti darà cortisone (glucocorticoide). Può anche darti farmaci per prevenire le contrazioni per guadagnare tempo prezioso. Se la situazione è grave, il medico ti indirizzerà a una clinica specializzata in neonati prematuri (centro perinatale).

In generale, vale quanto segue: a seconda di quanto sia forte ed efficace il travaglio prematuro e in quale momento della gravidanza si verifica, sono concepibili diversi trattamenti:

  • Soppressori del travaglio (tocolitici): prevengono il travaglio prematuro. A causa di effetti collaterali cardiovascolari, tuttavia, possono essere assunti solo tra la 24a e la 34a settimana di gravidanza e per un massimo di due giorni.
  • Progesterone: l'ormone può prevenire la nascita prematura.
  • Rilassamento: ad esempio riduzione dello stress, training autogeno, ipnosi, discussioni psicologiche individuali, sedazione, riposo a letto, meno attività fisica, ecc.
  • Nessun rapporto sessuale: le prostaglandine contenute nello sperma favoriscono il travaglio.
  • Antibiotici per infezioni vaginali: compresse o supposte vaginali se vengono rilevati batteri dopo un tampone vaginale.
  • Solfato di magnesio: può prevenire il travaglio prematuro, ma è controverso a causa degli effetti collaterali.
  • Cervice cervicale / pessario cervicale: una sutura o un anello in silicone chiude e stabilizza la cervice. Il metodo può essere utilizzato per l'accorciamento cervicale, non dopo la 28a settimana di gravidanza.

Parto prematuro: non tutte le cliniche sono adatte

Se c'è il rischio che il tuo bambino veda la luce del giorno troppo presto, devi andare in una clinica. Ma l'ospedale più vicino non è sempre la scelta giusta. I bambini prematuri hanno bisogno di cure intensive in un reparto neonatale ben attrezzato. Le cliniche prive di attrezzature adeguate non sono quindi autorizzate ad ammettere donne con una minaccia di parto prematuro prima della 37a settimana di gravidanza. Se hai un travaglio prematuro e sei minacciato di parto prematuro, le possibilità che il tuo bambino sia in un centro perinatale qualificato sono molto migliori.

Tags.:  cura dei piedi gpp alcool droghe 

Articoli Interessanti

add