Allungamento del legamento

Sophie Matzik è una scrittrice freelance per il team medico di

Maggiori informazioni sugli esperti di Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Un legamento che si allunga o si tende è l'eccessivo allungamento dei legamenti (legamenti). I legamenti, costituiti da tessuto connettivo solido, hanno il compito di stabilizzare le articolazioni e di limitare il raggio di movimento ad un livello funzionalmente sensibile.Un ceppo legamentoso si verifica principalmente durante lo sport, ma può verificarsi anche nella vita di tutti i giorni quando le articolazioni sono esposte a movimenti o stress insoliti. Le articolazioni colpite si gonfiano, fanno male e sono meno resistenti. Viene trattato un allungamento del legamento con splintaggio e immobilizzazione dell'articolazione. Leggi tutto ciò che devi sapere sull'allungamento dei legamenti qui.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici riconosciuti a livello internazionale per le diagnosi mediche. Si trovano, ad esempio, nelle lettere dei medici o nei certificati di inabilità al lavoro. S63S83S53S93

Allungamento del legamento: descrizione

I legamenti (legamenti) sono costituiti da tessuto connettivo meno elastico e solido. Possono essere trovati su ogni articolazione del corpo. I legamenti stabilizzano l'articolazione e assicurano che il range di movimento naturale dell'articolazione non venga superato. L'allungamento dei legamenti (chiamato anche stiramento dei legamenti) si verifica principalmente durante lo sport o attraverso movimenti improvvisi o violenti in situazioni quotidiane. Per effetto della forza le fasce, in realtà poco elastiche, si allungano in lunghezza. A seconda dell'intensità della forza e della forza del nastro, viene allungato in misura maggiore o minore, almeno in una certa misura. Se viene superato un certo allungamento, il nastro può strapparsi completamente o parzialmente (strappo del legamento).

A seconda del tipo di sport, alcune articolazioni sono particolarmente a rischio: nella pallavolo, ad esempio, è tipico uno strappo del legamento delle dita, negli sport con la palla come il calcio o il tennis, il piede e la caviglia sono particolarmente spesso interessati dallo stiramento dei legamenti. I legamenti crociati e il legamento interno del ginocchio sono spesso feriti quando il piede ruota a scatti, ad esempio in incidenti sugli sci o giocando a calcio. Un tipico infortunio dello sciatore è anche il cosiddetto pollice dello sciatore. Il legamento del gomito alla base del pollice si lacera se la persona interessata rimane incastrata con il bastoncino mentre scia o cade sulla mano allargata, che esercita una grande forza sul pollice.

Se si confronta la frequenza del legamento che si estende su tutto il corpo, si scopre che un ceppo legamentoso colpisce il ginocchio o il piede più spesso delle dita. Il meno comune è un ceppo del legamento sul gomito o sulla spalla. Lo stretching dei legamenti rappresenta circa il 20% di tutti gli infortuni nello sport. Quanti stiramenti dei legamenti si verificano nella vita di tutti i giorni è difficile da determinare perché non tutti i casi vengono esaminati e trattati da un medico.

Allungamento dei legamenti: sintomi

I sintomi dell'allungamento del legamento dipendono dall'entità della lesione. Mentre le persone colpite di solito non hanno quasi nessun sintomo con un leggero allungamento, un grave stiramento del legamento o un legamento strappato può causare un forte dolore. Il dolore si verifica principalmente durante il movimento, ad esempio quando si cammina. Oltre al dolore, il gonfiore e un livido (ematoma) nel sito della lesione possono indicare lo stiramento dei legamenti. D'altra parte, un livido non deve necessariamente essere visibile.

Solo il medico può utilizzare tecniche di imaging per distinguere tra un legamento allungato e un legamento strappato. Spesso la caviglia, il piede o il ginocchio non possono più essere tesi quando il legamento è allungato. Se il nastro si strappa, a volte puoi sentire un "crack". Dopo un allungamento del legamento e un legamento strappato, l'articolazione è notevolmente instabile. Questo rende probabile un ulteriore allungamento del legamento. Pertanto, è necessaria una guarigione completa attraverso un periodo di riposo sufficientemente lungo o, se necessario, misure chirurgiche per evitare ulteriori lesioni ai legamenti.

Allungamento dei legamenti: cause e fattori di rischio

L'allungamento dei legamenti di solito si verifica durante l'esercizio quando l'articolazione è soggetta a sforzi eccessivi o molto improvvisi. Le articolazioni delle dita, le articolazioni del ginocchio e le articolazioni della caviglia del piede sono particolarmente suscettibili allo stiramento dei legamenti. In genere, l'allungamento dei legamenti si verifica con rapidi movimenti di rotazione. Fisiologicamente, la rotazione è possibile solo fino a un certo grado. Quindi, con un movimento lento, la rotazione viene arrestata automaticamente dalle cinghie. Ci sono sottili sensori nei legamenti e nei muscoli che segnalano questo stato di tensione al cervello. L'allungamento dei legamenti viene percepito consapevolmente come un "tirando" e, se necessario, rilassato nuovamente cambiando la posizione del corpo. Tuttavia, se il movimento è molto rapido, la tensione eccessiva non può essere corretta, per cui il legamento è eccessivamente allungato e forse anche rotto.

L'articolazione del ginocchio è stabilizzata da quattro legamenti: il legamento esterno, il legamento interno, il legamento crociato anteriore e posteriore. Guidano i movimenti del ginocchio e garantiscono stabilità. Il legamento crociato anteriore (rottura del legamento crociato anteriore) è particolarmente spesso colpito da un danno ai legamenti del ginocchio.Il tipico meccanismo di lesione nell'articolazione del ginocchio è la rotazione del ginocchio con il piede fisso. Nel calcio, ad esempio, capita spesso che gli atleti rimangano incastrati con le scarpe sul prato. Questo è il motivo per cui le caviglie e le ginocchia sono particolarmente spesso colpite da uno stiramento dei legamenti. Questo può succedere anche quando si scia se lo sci rimane bloccato nella neve mentre il resto del corpo continua a ruotare.

Anche le lesioni ai legamenti della caviglia sono molto comuni. Ad esempio, quando si fa jogging, si cammina o si fa sport su un terreno irregolare, un momento di disattenzione può portare a una "torsione". Particolarmente comune è il "trauma da supinazione", in cui le persone colpite non compaiono con la pianta del piede, ma rotolano sul bordo esterno del piede e quindi si piegano. Quando si torce la caviglia, l'articolazione della caviglia e possibilmente i legamenti del piede sono interessati da uno stiramento dei legamenti. Alla caviglia si distingue tra caviglia superiore e inferiore. Entrambe le articolazioni sono stabilizzate da una serie di legamenti diversi. Questi includono, ad esempio, la banda interna e la banda esterna. Quando si torce, di solito viene colpito il legamento esterno, che è soggetto a un forte allungamento.

L'allungamento dei legamenti di solito si verifica durante l'esercizio, ma ovviamente può verificarsi anche in situazioni quotidiane. Ad esempio, se scivoli dalle scale o ti pieghi, anche i legamenti vengono sollecitati eccessivamente e il legamento è allungato. Anche una "lesione minore" dovrebbe assolutamente essere esaminata da un medico se il gonfiore è grave e il dolore persiste.

Alcuni fattori possono aumentare il rischio di allungamento dei legamenti. I fattori di rischio per l'allungamento del legamento includono:

  • Obesità
  • Mancanza di esercizio
  • Sport veloci che prevedono frequenti cambi di direzione (squash, badminton, tennis, pallavolo, sci, calcio, ecc.)
  • Sport su terreni irregolari
  • Danno precedente ai legamenti (stiramento dei legamenti, rottura del legamento)
  • Malattie congenite del tessuto connettivo come la sindrome di Marfan o la sindrome di Ehlers-Danlos

Stiramento del legamento: esami e diagnosi

Il contatto giusto per il sospetto di stiramento dei legamenti (rottura del legamento) è un medico ortopedico. Cerca di immobilizzare il più possibile l'articolazione interessata mentre vai dal medico. In caso di lesioni al piede, ciò può essere ottenuto, ad esempio, utilizzando le stampelle. All'appuntamento del medico, il medico prima ti farà domande sui sintomi attuali e su eventuali malattie precedenti o operazioni precedenti (anamnesi). Dovresti descrivere dettagliatamente il corso dell'incidente e i sintomi. Le possibili domande del medico potrebbero includere:

  • Dove è localizzato esattamente il dolore?
  • Può descrivermi per favore il corso dell'incidente?
  • Hai già avuto lesioni a questa articolazione?
  • Hai già subito un'operazione all'articolazione?
  • Pratichi qualche sport? Se sì, quali sport e quanto intensi?

L'anamnesi è seguita da un esame fisico. Il medico prima esaminerà il sito della lesione. Può trarre conclusioni sulla gravità della lesione dall'entità del gonfiore e da eventuali lividi che possono essere presenti. Cercherà anche di muovere delicatamente l'articolazione. Se il legamento è strappato, l'articolazione interessata potrebbe essere disallineata. Sono necessarie ulteriori indagini per determinare l'esatta estensione dello stiramento dei legamenti.

Ulteriori indagini:

Un allungamento del legamento o un legamento strappato può essere visualizzato con vari metodi di imaging. Nella pratica ortopedica viene solitamente utilizzato un dispositivo ad ultrasuoni, con il quale il chirurgo ortopedico può vedere lesioni ai legamenti nei legamenti superficiali (come sulla caviglia). I legamenti più profondi, come i legamenti crociati del ginocchio, possono essere visualizzati meglio con la risonanza magnetica (MRI). Una risonanza magnetica è utile anche se è necessaria un'operazione in caso di rottura di un legamento, poiché offre al chirurgo una buona panoramica dell'entità del danno prima dell'operazione. Per escludere lesioni alle ossa, viene spesso eseguita una radiografia dell'area interessata.

Allungamento dei legamenti: trattamento

In caso di allungamento dei legamenti, possono essere prese in considerazione varie opzioni terapeutiche. Soprattutto è importante proteggere il giunto e non sottoporlo a ulteriori sollecitazioni. Immediatamente dopo l'infortunio, è possibile migliorare la prognosi adottando determinate misure ("pronto soccorso"). Le misure necessarie sono ben riassunte con la cosiddetta "regola PECH". Le singole lettere stanno per:

P per PAUSA: interrompere immediatamente l'esercizio e sedersi o sdraiarsi. Anche se il dolore sembra sopportabile all'inizio. Ad esempio, se riprendi l'esercizio dopo pochi minuti, rischi di peggiorare la lesione.

E per EIS: Raffreddare l'area interessata per circa 15-20 minuti con impacchi di ghiaccio ("pacchi freddi") o con impacchi di acqua fredda. Il freddo provoca la contrazione dei vasi sanguigni e meno perdite di sangue dai vasi danneggiati nel tessuto circostante. Il ghiaccio non appartiene direttamente alla pelle nuda, metti un panno tra di loro.

C per COMPRESSIONE: se possibile, dovresti indossare un bendaggio compressivo. Questo impedisce anche il sanguinamento nel tessuto.

H per LOCKING UP: sollevare l'area lesa. Ciò consente al sangue venoso di tornare più facilmente al cuore. Ciò ridurrà il gonfiore.

Anche se il dolore si attenua rapidamente, dovresti far esaminare la lesione da un medico. Non è possibile per il profano distinguere tra un legamento teso e un legamento strappato, ed è possibile solo per il medico con ulteriori esami. Tuttavia, se continui ad allenarti con una lesione ai legamenti, ciò può avere gravi conseguenze: se non guarisce correttamente, l'instabilità dell'articolazione può portare a ulteriori lesioni ancora e ancora. Se l'articolazione rimane disallineata, esiste il rischio di usura articolare (osteoartrite).

Allungamento dei legamenti: trattamento da parte di un medico

Se il legamento è allungato, di solito è sufficiente stabilizzare l'articolazione per qualche tempo con delle bende. Inoltre, possono essere applicati unguenti o gel sportivi sulla zona lesa contro il dolore, ad esempio con il principio attivo diclofenac. Se i legamenti delle gambe sono allungati, può essere utile utilizzare le stampelle per alcuni giorni per alleviare l'articolazione. A seconda dell'articolazione lesa, sono possibili diverse opzioni di stabilizzazione:

Allungamento del legamento: caviglia

Quando i legamenti della caviglia si allungano, vengono applicate bende funzionali per stabilizzare e alleviare l'articolazione, i cosiddetti nastri. Per fare ciò, vengono attaccati alla pelle dei cerotti elastici, che dovrebbero assumere la funzione del nastro. Possono essere utilizzate anche stecche o bende tradizionali, che principalmente impediscono al piede di torcersi nuovamente.

Allungamento del legamento: ginocchio

Se il legamento è allungato nel ginocchio, viene applicata una stecca di estensione, con la quale l'articolazione del ginocchio non può più essere spostata. Inoltre, la gamba è spesso immobilizzata con bende. Esistono anche speciali stecche che consentono comunque al ginocchio un certo grado di mobilità (ortesi).

Allungamento del legamento: dita

Se c'è un legamento allungato nel dito, il dito interessato può essere semplicemente attaccato a un dito adiacente con una benda stabile. In questo modo i legamenti non vengono più sollecitati e possono guarire.

Allungamento dei legamenti: quanto tempo sei in congedo per malattia?

Se e per quanto tempo sei in congedo per malattia dopo un allungamento dei legamenti dipende dalla gravità della lesione e dal tuo lavoro. Infermieri, camerieri, operai edili e altri gruppi professionali che naturalmente devono camminare molto sono di solito in congedo per malattia per una settimana o due se hanno un allungamento dei legamenti del piede o del ginocchio. Segue un altro esame. Se il legamento teso è guarito bene e non c'è quasi nessun dolore, puoi tornare al lavoro dopo. Gli atleti professionisti devono assolutamente prendersela comoda per diverse settimane. Se poi si ricomincia ad allenarsi, all'inizio dovrebbero essere eseguiti solo esercizi leggeri e l'articolazione dovrebbe essere nuovamente caricata gradualmente.

Le persone con un lavoro prevalentemente sedentario di solito non devono essere in congedo per malattia o devono essere in congedo per malattia solo per pochi giorni. Cerca di tenere la gamba alzata mentre lavori e cammina più lentamente e con più attenzione del solito. Se hai un legamento allungato al dito, normalmente non sarai preso in congedo per malattia, a meno che tu non debba fare un mestiere o scrivere sul computer.

Stiramento del legamento: decorso della malattia e prognosi

Analogamente ad altre lesioni sportive, lo stesso vale per l'allungamento dei legamenti: la durata del trattamento e la prognosi dipendono dalla gravità della lesione e dall'inizio tempestivo della terapia. L'allungamento dei legamenti è spesso appena percettibile dopo pochi giorni. Se il legamento è strappato, il dolore dovrebbe diminuire dopo circa due settimane. Durante questo periodo, l'articolazione può essere leggermente sollecitata, ma in genere dovresti evitare di allenarti e correre più a lungo.

Se un allungamento del legamento non viene trattato, l'instabilità dell'articolazione interessata può verificarsi come conseguenza a lungo termine. La cartilagine articolare è danneggiata dal disallineamento, per cui si verifica un'usura articolare prematura (artrosi). Se il piede o il dito sono interessati da uno stiramento dei legamenti, la lesione spesso viene trattata solo in modo inadeguato e il danno si ripresenta molto rapidamente nel periodo successivo. Se i legamenti sono sempre più danneggiati, può sorgere una cosiddetta articolazione penzolante, che non ha quasi alcuna stabilità propria. Lo stiramento dei legamenti deve quindi essere preso sul serio e dovrebbe essere trattato da un medico.

Tags.:  alcool droghe medicina alternativa terapie 

Articoli Interessanti

add