Gonfiore del collo

Martina Feichter ha studiato biologia con una materia elettiva farmacia a Innsbruck e si è anche immersa nel mondo delle piante medicinali. Da lì non era lontano da altri argomenti medici che la affascinano ancora oggi. Si è formata come giornalista presso l'Axel Springer Academy di Amburgo e lavora per dal 2007 - prima come redattrice e dal 2012 come scrittrice freelance.

Maggiori informazioni sugli esperti di Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Un gonfiore al collo può avere cause diverse: dai linfonodi infiammati come parte di un'infezione virale o batterica alle malattie della tiroide ("gozzo") ai tumori benigni e maligni. Leggi di più sulle cause comuni e sul trattamento del gonfiore del collo qui.

Gonfiore sul collo: descrizione

Un gonfiore al collo può svilupparsi per una serie di motivi. Tali rigonfiamenti sono corrispondentemente variabili in termini delle loro proprietà come posizione, dimensione, forza e velocità di sviluppo.

In alcuni casi, un collo spesso andrà via da solo, ad esempio nel caso di un ingrossamento non specifico dei linfonodi, una volta che l'infezione che lo ha causato è guarita. In altri casi, è necessario un trattamento medico, ad esempio se il gonfiore al collo è dovuto a un disturbo della tiroide oa un tumore.

Gonfiore al collo: cause e possibili malattie

Le principali cause di gonfiore del collo sono:

Infiammazione dei linfonodi aspecifica: un gonfiore laterale doloroso del collo è spesso dovuto a un'infiammazione aspecifica dei linfonodi, che deriva da un'infezione batterica o virale nell'area della testa (ad esempio mal di gola).

Infiammazione specifica dei linfonodi: un collo spesso causato da linfonodi ingrossati può anche avere una causa specifica della malattia. Esempi sono la tubercolosi, la malattia di Boeck (sarcoide), la sifilide (sifilide), la toxoplasmosi o l'AIDS.

Cisti del collo, fistola del collo: le cisti sono cavità tissutali piene di liquido; Se c'è una piccola apertura nella pelle da cui emerge costantemente la secrezione, si chiama fistola della gola. Le cisti del collo e le fistole della gola possono anche essere visibili come una protuberanza sul collo. Appaiono come un rigonfiamento rigonfio ed elastico sopra la laringe (cisti cervicale mediana) o sul lato del collo nell'angolo della mascella (cisti cervicale laterale). Nello stato infiammato, le cisti del collo sono dolorose e la pelle sovrastante è arrossata.

Ascesso: un gonfiore sul collo può anche essere dovuto a una raccolta incapsulata di pus.

Occlusione correlata al coagulo della grande vena giugulare (trombosi della vena giugulare): se un coagulo di sangue blocca una delle due vene giugulari, può infiammarsi. Questa tromboflebite acuta provoca un gonfiore morbido e doloroso del collo e febbre. La trombosi della vena giugulare cronica, invece, si manifesta in un rigonfiamento del collo duro e non sempre doloroso. Un'occlusione della vena del collo correlata al coagulo è solitamente causata da misure mediche (catetere, pacemaker, radiazioni, ecc.).

Ingrossamento della ghiandola tiroidea o noduli tiroidei (gozzo): dietro un gonfiore al collo c'è spesso una ghiandola tiroidea ingrossata o un nodulo nella ghiandola tiroidea. Le possibili cause sono la carenza di iodio, l'aumento della necessità di ormoni tiroidei (pubertà, gravidanza), malattie autoimmuni della tiroide (malattia di Graves, tiroidite di Hashimoto), infiammazione della ghiandola tiroidea (tiroidite), l'uso di alcuni farmaci o cancro alla tiroide.

Malattie delle ghiandole salivari: un gonfiore per lo più unilaterale e doloroso sul collo sotto l'orecchio con pelle calda e arrossata indica una ghiandola parotide ingrossata e infiammata. Anche altre ghiandole salivari possono infiammarsi e causare gonfiore. L'infiammazione acuta delle ghiandole salivari è solitamente causata da batteri o virus (ad es. parotite).

In caso di infiammazione cronica, i disturbi della secrezione, ad esempio, possono essere l'innesco. Meno spesso c'è un tumore benigno e ancor più raramente un tumore maligno dietro le ghiandole salivari gonfie. I possibili segni di un tumore sono una crescita più lenta, mancanza di dolore e nessun segno locale di infiammazione.

Metastasi linfonodali: nei malati di cancro, un gonfiore al collo può indicare insediamenti (metastasi) del tumore maligno nei linfonodi. I linfonodi interessati si ingrandiscono lentamente, si sentono grossolani, non possono essere spostati e raramente sono dolorosi.

Cancro della ghiandola linfatica (linfoma maligno): il gonfiore del collo, delle ascelle o dell'inguine a causa di linfonodi ingrossati può essere un segno di cancro della ghiandola linfatica. Il gonfiore del collo di solito si verifica in combinazione con sudorazioni notturne, affaticamento e prurito. Tuttavia, questo tipo di cancro è piuttosto raro negli adulti rispetto ad altre forme di cancro.

Altri tumori nella zona del collo: anche altri tumori sono possibili cause di gonfiore al collo. Ad esempio, un linfangioma cistico può causare una protuberanza sul lato del collo. Il tumore è costituito da molte cisti linfatiche, alcune delle quali comunicanti.

Gonfiore del collo: quando dovresti vedere un dottore?

Fondamentalmente, ogni gonfiore del collo dovrebbe essere chiarito da un medico se non è possibile trovare una spiegazione, ad esempio un ingrossamento dei linfonodi dovuto a un mal di gola acuto. Soprattutto, dovrebbe essere chiarito un nodulo o gonfiore sul collo che è doloroso o persiste per settimane.

Sintomo: cosa fa il medico?

All'inizio, il medico ti chiederà in dettaglio la tua storia medica. Ad esempio, è importante sapere quando si è verificato il gonfiore sul collo e se sono presenti altri sintomi (come la febbre). Questo è seguito da un esame fisico. Il medico esamina, ad esempio, se il gonfiore è duro o morbido, mobile o bloccato, doloroso o indolore. Questo gli fornisce importanti informazioni su quale potrebbe essere la causa.

Un esame ecografico (ecografia) di solito mostra rapidamente se il gonfiore sul collo è dovuto, ad esempio, a una cisti, un linfonodo ingrossato o un ascesso. Di solito sono necessarie ulteriori procedure di imaging (risonanza magnetica, tomografia computerizzata) o un esame medico nucleare per chiarire possibili malattie della tiroide.

Se c'è gonfiore al collo causato da linfonodi ingrossati e dura per settimane o mesi, si sospetta un'infezione a lungo termine, come la toxoplasmosi. Un esame del sangue può fornire informazioni al riguardo.

Ecco come il medico può curare un gonfiore al collo

Il gonfiore del collo dovuto all'infiammazione dei linfonodi aspecifici andrà via da solo quando l'infezione sottostante si attenua. In questi casi, quindi, di solito si aspetta. A volte vengono utilizzati farmaci per trattare l'infezione. L'infiammazione specifica dei linfonodi viene trattata in base alla sua causa (ad es. antibiotici contro la tubercolosi).

I medicinali sono usati per trattare l'infiammazione delle ghiandole salivari, che causa gonfiore alla gola. Potrebbe essere necessario rimuovere chirurgicamente una ghiandola infiammata ripetutamente.

Se il gonfiore al collo è causato da una cisti del collo, una fistola della gola o un ascesso, viene eseguita anche un'operazione.

La trombosi della vena giugulare è generalmente trattata con farmaci.

Se la causa dei linfonodi ingrossati non può essere trovata o ci sono indicazioni di una malattia grave come il cancro della ghiandola linfatica, il linfonodo viene rimosso chirurgicamente ed esaminato in laboratorio. Se viene confermato il sospetto di una malattia maligna, verrà trattata di conseguenza.

Una ghiandola tiroidea ingrossata viene trattata con farmaci, interventi chirurgici e/o terapia con radioiodio (trattamento di medicina nucleare) a seconda della causa e dell'entità.

Gonfiore intorno al collo: puoi farlo da solo

Nei casi innocui di gonfiore del collo, ci sono alcune cose che puoi fare da solo:

Tè: il tè alla camomilla e alla menta piperita aiuta con il mal di gola con gonfiore della gola. Alleviano i sintomi dell'infiammazione e sono efficaci contro raffreddori e influenza. Inalare i vapori del tè caldo sotto un asciugamano e poi berlo durante i gargarismi, in modo che possa agire più a lungo in gola.

Impacchi: se il collo spesso è dovuto a linfonodi ingrossati come parte di un'infezione come la parotite, gli impacchi di quark rinfrescanti, gli impacchi di aceto o limone possono alleviare il dolore. Tuttavia, molti pazienti con parotite trovano che il calore (ad esempio sotto forma di una borsa dell'acqua calda) sia più piacevole.

Buste: Le buste con angelica (Angelica archangelica) sono utili anche per la parotite contro il gonfiore del collo. Prendi l'unguento pronto in farmacia, stendi un sottile strato di cotone o lino con esso e posizionalo sul lato interessato del collo. Applicare questo unguento da una a tre volte al giorno. Ha un effetto decongestionante e favorisce la guarigione.

Anche con l'infiammazione della ghiandola salivare con gonfiore del collo, gli impacchi rinfrescanti aiutano a ridurre il gonfiore e alleviare il dolore. Inoltre, dovresti bere quantità sufficienti, mangiare solo cibi morbidi e osservare un'igiene orale molto attenta. In questo modo puoi sostenere il processo di guarigione.

Stimolanti della saliva: Si raccomandano anche stimolanti della saliva (sialogoga) come caramelle, gomme da masticare, limoni e succhi acidi. Aumentano la produzione di saliva, che purifica le ghiandole salivari.

Omeopatia: L'omeopatia conosce anche vari rimedi per un gonfiore al collo o la sua causa, che dovrebbero aiutare. Ad esempio, Phytolacca D12 è raccomandato per i pazienti con parotite con ghiandole salivari gonfie e dure come la roccia e deglutizione spesso dolorosa. Mercurius solubilis D12 viene utilizzato per il mal di gola con linfonodi e tonsille ingrossati. Lascia che un omeopata esperto ti consigli sulla selezione e sul dosaggio dei rimedi.

Sali di Schüßler: si dice anche che i sali di Schüßler aiutino contro i linfonodi ingrossati nella parotite. I più importanti sono n. 4 Kalium chloratum e n. 9 Sodium phosphoricum; se c'è una forte salivazione, viene somministrato anche clorato di sodio n. 8. Chiedi a un terapista esperto quale rimedio e quale dosaggio è meglio per trattare il gonfiore del collo.

Tags.:  salute digitale mestruazioni rimedi casalinghi 

Articoli Interessanti

add