Acari della polvere: allarme all'inizio della stagione di riscaldamento

Luise Heine è redattrice di dal 2012. Il biologo qualificato ha studiato a Regensburg e Brisbane (Australia) e ha maturato esperienza come giornalista in televisione, nel Ratgeber-Verlag e in una rivista cartacea. Oltre al suo lavoro presso , scrive anche per i bambini, ad esempio per la Stuttgarter Kinderzeitung, e ha il suo blog dedicato alla colazione, "Kuchen zum Frühstück".

Altri post di Luise Heine Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

L'uomo non è solo nel suo letto: condivide il suo posto letto con piccoli acari della polvere domestica e i loro lasciti. Questo è solo un problema per le persone con allergie agli acari della polvere domestica, ma queste soffrono soprattutto all'inizio della stagione di riscaldamento.

L'inverno è dietro l'angolo, e questo non significa solo possibili problemi di neve e ghiaccio. Ci sono anche pericoli in agguato in luoghi inaspettati della casa. Perché i termosifoni, ora caldi e accoglienti, riducono anche l'umidità dell'aria. Una condanna a morte per gli acari della polvere perché ne dipendono. E sono tanti perché il clima autunnale umido ma non troppo freddo ne ha alimentato la crescita.

Bozze allergeniche

Per chi soffre di allergie, tuttavia, le massicce morti non sono un vantaggio. Meno acari della polvere significano meno escrementi, ovvero allergeni a cui il sistema immunitario può reagire. Ma quando i crawler moriranno, si saranno accumulati in abbondanza. E con la morte degli aracnidi, dall'interno degli animali vengono rilasciate anche numerose sostanze allergeniche, che provocano anche reazioni allergiche.

Tuttavia, questo mix allergenico non si trova tranquillamente negli angoli polverosi. L'aria calda dei termosifoni fa circolare l'aria della stanza e fa vorticare particelle sempre più irritanti attraverso la camera da letto, che possono causare disagio.

Sono allergico?

Circa il dieci percento dei tedeschi soffre di un'allergia agli acari della polvere domestica, stima l'Associazione tedesca per l'allergia e l'asma. I sintomi tipici sono prurito agli occhi e al naso, naso che cola, attacchi di starnuti o persino asma allergica. I sintomi si verificano tutto l'anno e sono particolarmente gravi di notte o al mattino dopo essersi alzati - un importante fattore di differenziazione dalla febbre da fieno, che si verifica più frequentemente in primavera.

Acari del congelamento istantaneo

Varie misure aiutano a ridurre il numero di acari e prevenire possibili sintomi. Ad esempio, la ristrutturazione del letto è l'inizio e la fine di tutto - ed è qui che l'inverno può aiutare. Le temperature gelide sotto lo zero offrono una buona opportunità per ventilare la lettiera e dare uno shock freddo agli acari.

Ma le temperature sotto i 18 gradi e la bassa umidità al di sotto del 50 percento in camera da letto lo rendono scomodo per gli acari. Pertanto, chi soffre di allergie dovrebbe generalmente evitare le piante da appartamento nelle camere da letto, perché aumentano l'umidità. In genere è consigliabile per chi soffre di allergie lasciare la stanza quando i letti sono arruffati o rifatti. Anche combattere con i cuscini o saltare sul letto è problematico.

Fonti:

Pneumologo online (consultato il 25 novembre 2015)
Associazione tedesca per l'allergia e l'asma (consultato il 25 novembre 2015)

Tags.:  salute digitale Diagnosi sistemi di organi 

Articoli Interessanti

add