Influenza: vaccinati subito!

Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Monaco di BavieraOgni anno un'ondata di influenza si riversa sulla Germania.Dopo l'ultima stagione influenzale relativamente innocua del 2013/2014, gli esperti temono un forte inverno influenzale quest'anno. Il momento migliore per ottenere un vaccino antinfluenzale è da ottobre a novembre, quindi ora.

L'influenza può essere difficile per chiunque abbia un sistema immunitario indebolito. Ecco perché il Robert Koch Institute raccomanda soprattutto ai cosiddetti "gruppi a rischio" di vaccinarsi quest'anno. Oltre ai malati cronici (ad es. diabetici) e agli anziani, questo include anche le donne in gravidanza.

Ma non tutte le future mamme lo sanno, il 30 percento ha dichiarato nei sondaggi di non conoscere la raccomandazione di vaccinazione per loro. "Durante la gravidanza, la difesa immunitaria è meno attiva, quindi le donne incinte sono più suscettibili alle infezioni e aumenta il rischio di gravi corsi di influenza", afferma Elisabeth Pott, direttrice del Centro federale per l'educazione sanitaria (BZgA). Questo protegge anche il bambino contro l'influenza alla nascita. Tuttavia, molte donne incinte hanno delle riserve sulla vaccinazione, motivo per cui gli esperti chiedono ai medici di istruire meglio questo gruppo target sui rischi e sui benefici di una vaccinazione antinfluenzale.

Basta vaccino all'inizio

L'inizio della stagione vaccinale può essere relativamente tranquillo quest'anno. A differenza di altri anni, il responsabile Paul Ehrlich Institute (PEI) ha già rilasciato 15 milioni di dosi di vaccino. Questo potrebbe accadere così rapidamente quest'anno perché la composizione del vaccino non è cambiata rispetto all'anno precedente. Tuttavia, un'altra vaccinazione ha senso, perché l'effetto durerà probabilmente solo per una stagione, affermano gli esperti. Dopo la puntura o l'immunizzazione tramite spray nasale, la protezione vaccinale viene creata entro dieci o quattordici giorni.

Tempi difficili per il sistema immunitario

Se le temperature scendono all'esterno, aumenta il rischio di contrarre il virus dell'influenza. Il motivo: gli agenti patogeni amano l'aria secca. Possono essere trovati in stanze riscaldate, ma l'aria fredda invernale può anche assorbire meno umidità dell'aria calda ed è quindi benefica per i virus dell'influenza. Inoltre, il corpo ha meno flusso sanguigno quando fa freddo. Questo rende più difficile per il sistema immunitario catturare i virus. Una volta aumentati, compaiono i sintomi tipici dell'influenza: febbre alta improvvisa, mal di testa, affaticamento, dolori agli arti e tosse grave. Mentre un raffreddore di solito passa dopo una settimana, una vera influenza può durare molto più a lungo. Tempo sufficiente perché i batteri attacchino le mucose indebolite e causino complicazioni, ad esempio sotto forma di polmonite. Molte persone muoiono ogni anno di conseguenza.

Segnala casi di influenza

Al fine di ottenere un quadro ancora più rapido delle dinamiche influenzali, l'RKI ha lanciato "GrippeWeb" nel 2011. Chi vuole partecipare può registrarsi sul sito e poi una volta alla settimana verrà chiesto del proprio stato di salute. Le malattie respiratorie segnalate sono incluse nella valutazione dell'attuale situazione influenzale. (sx)

Fonte: Comunicato stampa del Centro federale per l'educazione sanitaria (BZgA): Utilizzare le opzioni per proteggersi dall'influenza (consultato il 2 ottobre 2014)

Tags.:  gravidanza notizia Salute dell'uomo 

Articoli Interessanti

add