Cancro al seno: questi inquinanti promuovono i tumori

Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Monaco di BavieraOgni donna può ridurre personalmente il rischio di sviluppare il cancro al seno. Tra l'altro, stando alla larga da alcune sostanze chimiche. I ricercatori hanno ora pubblicato un elenco di sostanze chimiche che dovrebbero essere evitate il più possibile

Il cancro al seno può essere genetico. Ma durante la vita ci sono anche fattori che possono favorire lo sviluppo - anche prima della nascita. Quindi i bambini più grandi sono a maggior rischio. L'obesità e la pubertà precoce favoriscono anche lo sviluppo di tumori al seno. Al contrario, le gravidanze hanno un effetto benefico. Gli inquinanti a cui è esposta una donna hanno anche un impatto sulla frequenza del cancro.

Ridurre il rischio di cancro

Ricercatori americani guidati da Ruthann Rudel del Silent Spring Institute, Newton, Massachusetts, hanno ora valutato vari studi che si occupano di sostanze chimiche che promuovono il cancro al seno. Sono o direttamente cancerogeni, cioè causano la degenerazione delle cellule. Oppure influenzano l'equilibrio ormonale delle donne e, attraverso questa deviazione, il rischio di cancro. La buona notizia è che ci sono un certo numero di cose che si possono fare per evitarli.

Esci dal traffico

Le sostanze chimiche pericolose presenti nei gas di scarico non possono sempre essere evitate e il trasferimento in campagna non è un'opzione per tutti. Ma se scegli percorsi meno battuti in bicicletta e utilizzi un tosaerba elettrico invece di uno a benzina, sicuramente inalerai qualche inquinamento in meno.

Attenti alla vostra dieta

Sostanze cancerogene si formano anche quando vengono bruciate. Sono nel pane abbrustolito dal tostapane, ma anche nella salsiccia alla brace. Altrettanto insidioso: la muffa. Quando la pelliccia bluastra appare su pane, marmellata & Co.: buttala. Perché i funghi formano per lungo tempo fili invisibili che non possono essere visti ad occhio nudo.

Apri gli occhi quando acquisti una poltrona

Solventi e svernicianti sono altrettanto complicati. Occorre prestare attenzione anche quando si acquistano mobili imbottiti: spesso contengono schiuma di poliuretano o sono stati trattati con ritardanti di fiamma, entrambi i quali favoriscono la crescita del tumore. I tessuti e le coperture antimacchia sono utili, ma contengono anche sostanze chimiche che possono causare il cancro. Verifica con il tuo rivenditore.

Inoltre, i ricercatori raccomandano l'uso di filtri per l'acqua potabile. Perché ci sono varie sostanze nell'acqua che promuovono il cancro al seno.

Fasi sensibili

Gli scienziati sottolineano che le ghiandole mammarie delle donne reagiscono in modo particolarmente sensibile a queste sostanze in determinate fasi della vita. Questo è il caso prima della nascita, durante la pubertà e durante la gravidanza. In queste fasi le donne e le ragazze dovrebbero quindi prestare particolare attenzione ad esporre se stesse - o il nascituro - il meno possibile a sostanze nocive.

I ricercatori hanno identificato le seguenti sostanze chimiche che promuovono il cancro al seno:

  • I nitroaromatici policiclici (Nitro-PAK) si trovano principalmente nei gas di scarico.
  • Le ammine eterocicliche aromatiche (HAA) si formano quando si grigliano e si arrostiscono cibi ricchi di proteine ​​come carne e pesce.
  • La micotossina ocratossina A (OTA) è prodotta, tra l'altro, negli alimenti infettati da muffe.
  • Gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) si trovano nella benzina e nel fumo di tabacco, ma anche nella carne affumicata, alla griglia e arrosto.
  • L'acido perfluoroottanoico (PFOA) viene utilizzato, tra l'altro, per rivestimenti di pentole con effetto antiaderente e in tappeti e tessuti antimacchia. Si presenta anche come impurità nell'acqua potabile.
  • I solventi alogenati si trovano in vari pesticidi, ma anche nel PVC cloroformio e nei detergenti. Il gas serra CFC è anche uno dei solventi alogenati.
  • Il benzene si trova principalmente nei gas di scarico delle auto e, in piccole quantità, nel fumo di sigaretta.
  • Lo stirene viene utilizzato nella produzione di varie materie plastiche, in particolare il polistirolo.
  • Gli ossidi di etilene e propilene si trovano, tra le altre cose, in agenti anticorrosivi, pesticidi, refrigeranti e disinfettanti.
  • I ritardanti di fiamma hanno lo scopo di ridurre l'infiammabilità, ad esempio, di cavi, tappeti, alloggiamenti per apparecchiature elettriche ed elettroniche, tessuti speciali, materiali isolanti e schiume di montaggio.
  • L'acrilammide si forma quando il cibo amidaceo viene riscaldato fortemente. Patatine fritte, patatine fritte, patate fritte e biscotti, tra le altre cose, sono inquinati.
  • Il mutageno X (MX) si trova nell'acqua potabile clorata.
  • 1,3-butadiene si trova nel fumo di sigaretta, negli scarichi delle auto e nei fumi di benzina.
  • Le ammine aromatiche vengono utilizzate per produrre coloranti, pesticidi o schiuma di poliuretano, che viene utilizzata per realizzare spugne domestiche e materiale per tappezzeria.
  • Ormoni e altre sostanze ormonali attive, così come vari farmaci non ormonali, possono anche aumentare il rischio di cancro al seno. (cfr)

Fonte: Ruthann A. Rudel, Esposizioni ambientali e sviluppo delle ghiandole mammarie: stato della scienza, implicazioni per la salute pubblica e raccomandazioni di ricerca; Prospettiva della salute dell'ambiente 119: 1070-1076. http://dx.doi.org/10.1289/ehp.1002741 [online 18 aprile 2011]

Tags.:  dormire rivista medicina palliativa 

Articoli Interessanti

add