Incinta: quando vedere un medico?

Dott. rer. nazionale Daniela Oesterle è una biologa molecolare, genetista umana e redattrice medica. Come giornalista freelance, scrive testi su temi di salute per esperti e profani e cura articoli scientifici specialistici di medici in tedesco e inglese. È responsabile della pubblicazione di corsi di alta formazione certificati per professionisti del settore medico per una rinomata casa editrice.

Maggiori informazioni sugli esperti di Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

"Sono incinta: quando vedere un medico?" Molte donne si pongono questa domanda - non solo quando il periodo mestruale è lungo e si sospetta una gravidanza. Anche durante la gravidanza, al di fuori delle consuete cure prenatali, può essere consigliabile consultare un medico in alcuni casi. Leggi di più su "Incinta: quando vedere un dottore?" Qui!

Incinta? Test e dottore danno certezze

Se il ciclo mestruale è lungo, non si può escludere una gravidanza. Per avere certezza, molte donne usano il test di gravidanza. Misura la quantità dell'ormone della gravidanza beta-HCG (gonadotropina corionica umana), che aumenta nelle urine poco dopo la fecondazione.

Se il test è positivo, c'è un'alta probabilità che tu sia davvero incinta. “Quando dal dottore?” Molte donne si chiedono. Preferibilmente immediatamente: il ginecologo può sicuramente confermare una gravidanza e iniziare subito le cure mediche prenatali. Aiuta a identificare o ridurre i possibili rischi per la salute di madre e figlio in una fase precoce.

Gravidanza non pianificata

Anche le donne che per vari motivi non sono pronte per un bambino e vogliono abortire dovrebbero consultare un medico il prima possibile. L'aborto può essere effettuato solo fino alla dodicesima settimana di gravidanza.

L'unica eccezione qui è per gli aborti per motivi medici, ad esempio se esiste un rischio per la salute della madre o del bambino. Quindi l'aborto è consentito anche dopo la dodicesima settimana.

Primi esami medici

Se una donna è sospettata di essere incinta, il medico può eseguire un test di gravidanza per determinare il beta-HCG nelle urine (il test nel sangue viene eseguito solo se si sospetta una gravidanza non intatta). Ma farà sicuramente un'ecografia vaginale. Può determinare con certezza la gravidanza e stimare la vitalità e le dimensioni dell'embrione, nonché le dimensioni della cavità del frutto. Anche la visita ginecologica è di routine.

Assistenza prenatale

Per proteggere la futura madre e il nascituro, esiste l'assistenza prenatale prevista dalla legge. L'obiettivo di queste linee guida per la protezione della maternità è identificare precocemente le gravidanze o gli aborti ad alto rischio e prendersene cura di conseguenza.

Il compito del medico è fornire alla donna informazioni complete, illuminazione e consigli. Anche controlli regolari dello stato di salute e una visita medica e un trattamento su misura per la donna fanno parte dell'area di responsabilità della professione medica.

Un'altra componente del programma di cure preventive è la carta di maternità. Qui vengono ad esempio inseriti la scadenza calcolata, gli esami effettuati ed eventuali malattie e ricoveri ospedalieri.

Conversazioni e consigli

Per poter valutare meglio i possibili pericoli della gravidanza, il medico interroga la donna, ad esempio, su precedenti gravidanze e parti, su operazioni, malattie (anche familiari), condizioni di vita e stile di vita. In alcuni casi, può consigliare un test genetico alla donna incinta, ad esempio se sono note malattie genetiche in famiglia. Il medico consiglierà la donna di conseguenza.

La futura mamma riceve anche consigli su come comportarsi al meglio per supportare l'embrione nel suo sviluppo. Ciò include, ad esempio, consigli su alimentazione, sport, stile di vita e lavoro.

Esami fisici

Gli esami standard durante la gravidanza includono esami ecografici ed ginecologici (come gli strisci). Anche la pressione sanguigna e il peso della donna vengono misurati regolarmente. Inoltre, l'assistenza prenatale comprende esami del sangue e delle urine, ad esempio la determinazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh, nonché la misurazione del livello di zucchero nelle urine. Anche lo screening per il diabete gestazionale è molto importante.

Gli esami regolari forniscono informazioni sull'andamento della gravidanza e sui possibili rischi.

Conclusione

La risposta alla domanda "Incinta - quando vedere un dottore?" è quindi: vai dal medico se sospetti una gravidanza e poi ogni volta che hai un appuntamento per le cure prenatali o se hai sintomi (come dolore o sanguinamento). La tua salute e quella del tuo bambino sono quindi in buone mani!

Tags.:  tcm cure odontoiatriche parassiti 

Articoli Interessanti

add