Incinta: ragazza o ragazzo?

Eva Rudolf-Müller è una scrittrice freelance nel team medico di Ha studiato medicina umana e scienze giornalistiche e ha ripetutamente lavorato in entrambe le aree: come medico in clinica, come revisore e come giornalista medico per varie riviste specializzate. Attualmente lavora nel giornalismo online, dove viene offerta a tutti un'ampia gamma di farmaci.

Maggiori informazioni sugli esperti di Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Femmina o maschio? Questa domanda sorge spesso rapidamente quando una donna racconta a parenti e amici della sua gravidanza. I futuri genitori spesso vogliono conoscere il sesso del loro bambino. Altri, invece, non vogliono nemmeno sapere dal medico se sarà un maschio o una femmina. Scopri qui come viene determinato il sesso di un nascituro e quando il medico può dire con relativa certezza se sarà una femmina o un maschio!

Determinazione del sesso mediante ultrasuoni

Il sesso di un bambino è già determinato durante la fecondazione. Gli organi genitali esterni si sono sviluppati intorno all'undicesima o dodicesima settimana di gravidanza (SSW). In linea di principio, la determinazione del sesso mediante ultrasuoni è possibile dalla 12a settimana di gravidanza, ma è ancora molto incerta.

Alla domanda "ragazza o ragazzo?" si può rispondere con relativa certezza durante il secondo esame ecografico regolare tra la 19° e la 22° settimana di gravidanza, soprattutto nell'ecografia 3D - a condizione che il piccolo non si giri e non si pieghi in modo tale che il dottore non vede niente.

Determinazione del sesso con metodi invasivi

Se vuoi sapere con certezza al cento per cento se sarà un ragazzo o una ragazza, allora questo è possibile solo con l'aiuto di metodi invasivi di diagnosi prenatale. Invasivo significa che viene effettuato un intervento nel corpo della madre, ad esempio per prelevare un campione di liquido amniotico con le cellule del bambino in esso contenute. Queste cellule possono quindi essere esaminate geneticamente. Tali metodi invasivi di diagnosi prenatale sono associati a un certo rischio di aborto spontaneo. Non vengono quindi effettuati principalmente per determinare il genere, ma solo se vi è un'esigenza medica (ad esempio nel caso di malattie ereditarie in famiglia o di una gravidanza ad alto rischio).

Sesso: nessuna dichiarazione prima della 12a settimana di gravidanza

Indipendentemente dal fatto che il medico scopra il sesso di tuo figlio nell'ambito degli esami ecografici o della diagnostica prenatale, non deve in nessun caso informarti prima della 12a settimana di gravidanza. Questo è nel GenDiagnostik-Gesetz (GenDG), che stabilisce al § 15: "Se il sesso di un embrione o di un feto è determinato in occasione di un ... esame prenatale, la donna incinta può esserne informata con il suo consenso dopo la dodicesima settimana di gravidanza." Il motivo Per questo passaggio di legge vi è la possibilità di un'interruzione punibile della gravidanza fino ad un massimo della dodicesima settimana di gravidanza. Il legislatore vuole impedire che gli aborti vengano praticati solo a causa di quello che i genitori considerano il genere “sbagliato”.

La domanda "ragazza o ragazzo?" Nella medicina popolare

Nella medicina popolare ci sono innumerevoli "segni" che dovrebbero segnalare se una ragazza o un ragazzo sta crescendo nel grembo materno. Qualche esempio:

  • Forma del ventre: rotonda = ragazza / appuntita = ragazzo
  • Pelle e capelli: pelle brutta, capelli grassi = ragazze / bella, pelle pura, capelli lucidi = ragazzo
  • Voglie e piedi freddi: brama di qualcosa di dolce = ragazza / desiderio di qualcosa di salato e piedi freddi = ragazzo
  • Psiche: cattivo umore = ragazza / mal di testa = ragazzo

Tuttavia, la probabilità che una di queste saggezze popolari risponda correttamente alla domanda "ragazza o ragazzo?" Non è superiore al 50 percento.

Tags.:  prevenzione anatomia Diagnosi 

Articoli Interessanti

add