La taglia protegge dal diabete

Christiane Fux ha studiato giornalismo e psicologia ad Amburgo. L'esperto redattore medico scrive articoli di riviste, notizie e testi fattuali su tutti i possibili argomenti di salute dal 2001. Oltre al suo lavoro per, Christiane Fux è anche attiva nella prosa. Il suo primo romanzo poliziesco è stato pubblicato nel 2012 e scrive, progetta e pubblica anche le sue commedie poliziesche.

Altri post di Christiane Fux Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Le persone piccole hanno maggiori probabilità di sviluppare il diabete rispetto alle persone grandi. Il fegato svolge un ruolo centrale in questo fenomeno sorprendente - e può essere blindato.

Quando si considerano i fattori di rischio per il diabete di tipo 2, la prima cosa a cui pensare è il peso. In effetti, le persone in sovrappeso hanno molte più probabilità di sviluppare questa forma di diabete rispetto alle persone di peso normale.

Ogni pollice conta

Una valutazione del cosiddetto studio EPIC mostra ora che anche la dimensione corporea influenza il rischio di diabete - e in modo significativo: per le donne si riduce del 33 percento ogni dieci centimetri in più, per gli uomini addirittura del 41 percento. Questo calcolo tiene già conto di altri fattori di rischio come il girovita, l'istruzione e lo stile di vita come il fumo e l'attività fisica.

Migliore sensibilità all'insulina, migliore funzione delle cellule beta

Studi precedenti avevano già dimostrato che le persone più alte tendono ad avere una migliore sensibilità all'insulina e una migliore funzione delle cellule beta, entrambe fondamentali per un sano metabolismo dello zucchero.

Il ruolo del fegato

La ragione di ciò potrebbe essere che le persone alte immagazzinano meno grasso negli organi, ad esempio nel fegato. Tali depositi di grasso compromettono la sensibilità delle cellule del corpo all'insulina - possono quindi assorbire meno bene lo zucchero. "Questa potrebbe essere una chiave per spiegare la connessione tra le dimensioni del corpo e il rischio di diabete", scrivono i ricercatori.

Fattori di rischio cardiometabolico

Ma anche altri fattori sembrano avere un ruolo nel fenomeno. Le persone più grandi hanno spesso un profilo più favorevole dei cosiddetti fattori di rischio cardiometabolico. Ad esempio, hanno livelli più bassi di trigliceridi, che promuovono l'arteriosclerosi e sono spesso elevati nei diabetici.

Inoltre, i livelli di proteina c-reattiva (CRP) sono più bassi nelle persone alte. Questo è un marker di infiammazione che indica, tra le altre cose, un aumento del rischio di infarto e diabete. Al contrario, le persone più alte hanno livelli più elevati di adiponectina nel sangue. Questo ormone favorisce l'azione dell'insulina sulle cellule adipose.

Nessuna connessione diretta

"I nostri dati suggeriscono che la dimensione corporea probabilmente non ha un impatto diretto sul rischio di diabete, ma piuttosto è un importante mediatore attraverso il contenuto di grasso del fegato e altri fattori di rischio cardiometabolico", concludono i ricercatori.

Per l'indagine, gli scienziati guidati da Clemens Wittenbecher dell'Istituto tedesco per la ricerca nutrizionale di Potsdam-Rehbrücke hanno avuto accesso a dati e campioni di sangue di oltre 26.000 partecipanti, 870 dei quali hanno sviluppato il diabete nel corso di sette anni. I ricercatori si sono concentrati su un gruppo rappresentativo di 2.029 uomini e donne, 65 dei quali si sono ammalati.

Scomposizione mirata del grasso epatico

Gli scienziati raccomandano che i medici considerino le piccole dimensioni del corpo come un ulteriore fattore di rischio per il diabete in futuro. I livelli di zucchero nel sangue dovrebbero quindi essere controllati regolarmente nei giovani. È anche particolarmente utile per i pazienti ridurre il contenuto di grassi nel fegato e quindi ridurre il rischio di diabete.

Al fine di ridurre specificamente il grasso del fegato, i medici consigliano:

  • Ridurre il peso in eccesso,
  • mangiare a basso contenuto di grassi animali e zuccheri,
  • bere poco o (meglio) niente alcol,
  • praticare regolarmente sport di resistenza.
Tags.:  occhi terapie la salute delle donne 

Articoli Interessanti

add