Colpite

Sophie Matzik è una scrittrice freelance per il team medico di

Maggiori informazioni sugli esperti di Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

La colite (vaginite) è un'infiammazione della vagina causata da vari tipi di batteri, funghi o altri agenti patogeni. Quasi tutte le donne soffrono di colpite almeno una volta nella vita. Alcuni fattori come lesioni vaginali o un sistema ormonale interrotto favoriscono l'infiammazione. Trattata in tempo, guarisce in poche settimane. Leggi tutto ciò che devi sapere sulla colpite qui.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici riconosciuti a livello internazionale per le diagnosi mediche. Si trovano, ad esempio, nelle lettere dei medici o nei certificati di inabilità al lavoro. N76

Colpite: descrizione

Colpite (o vaginite) è il termine medico per infiammazione vaginale acuta o cronica. Ciò può essere causato da vari tipi di agenti patogeni (principalmente batteri) e da irritazioni meccaniche o chimiche (come le sostanze chimiche). Di solito si infiamma contemporaneamente anche la vulva, cioè l'area genitale femminile esterna (con le labbra, ecc.). I medici parlano poi di vulvovaginite.La colite è una delle infezioni più comuni nell'area genitale femminile e può colpire donne di tutte le età.

Normalmente, gli agenti patogeni non possono sopravvivere nella vagina perché l'ambiente è troppo acido per questo. La sana flora vaginale, costituita principalmente da batteri lattici (lattobacilli), è responsabile del grado di acidità. Rompendo questi zuccheri dalle cellule vaginali in acido lattico, assicurano un basso valore di pH nella vagina - come protezione contro le infezioni come la colpite.

L'ormone sessuale femminile estrogeno ha un'influenza decisiva sulla mucosa e sull'ambiente acido della vagina. Supporta la crescita e il rinnovamento regolare del rivestimento vaginale. Inoltre, gli estrogeni aumentano il contenuto di zucchero nella vagina, che fa moltiplicare i batteri lattici sani.

Due forme di colpite

I medici distinguono tra due forme di colpite:

  • Colpite primaria: un gran numero di agenti patogeni entra nella vagina e interrompe la flora vaginale naturale in modo tale che si verifichi l'infiammazione.
  • Colpite secondaria: l'ambiente vaginale è così disturbato che i batteri isolati che causano la malattia si moltiplicano e causano infiammazione.

Colpite: sintomi

Il segno più importante di un'infezione vaginale è l'aumento delle perdite. I medici si riferiscono a questo come fluoro vaginalis. La consistenza della scarica dipende dalla causa. Ad esempio, uno scarico grigio, sottile e maleodorante indica vaginosi batterica, una forma comune di vaginite batterica. Se la colpite è causata da tricomonadi (parassiti unicellulari) (colpite da trichomonadi), lo scarico è giallo-verde, schiumoso, maleodorante e accompagnato da prurito. Le infezioni da Candida causano perdite di colore bianco-giallo, da cremose a friabili, inodore e forte prurito.

Altri sintomi comuni di vaginite includono dolore vaginale e sensazione di bruciore. Il dolore può manifestarsi durante il rapporto sessuale (dispareunia) o indipendentemente dall'irritazione meccanica. La minzione dolorosa può anche accompagnare la vaginite.

A seconda della causa, ci sono anche vari cambiamenti nella mucosa della vagina, come arrossamenti a chiazze o diffusi, papule o ulcere piatte e facilmente sanguinanti (ulcere).

In molti casi, l'infiammazione vaginale si diffonde anche alla vulva. Questa vulvovaginite si manifesta come arrossamento, prurito o dolore nell'area delle labbra.

In alcuni casi, la colpite rimane asintomatica, cioè senza sintomi.

Colpite: cause e fattori di rischio

La colite è più spesso causata da batteri, ad esempio stafilococchi, streptococchi, Escherichia coli o batteri anaerobi (cioè quelli che se la cavano senza ossigeno) come la Gardnerella vaginalis. I gonococchi - l'agente eziologico della gonorrea (malattia a trasmissione sessuale) - sono un altro patogeno batterico che causa infiammazione vaginale.

Oltre ai batteri, altri agenti patogeni come funghi (funghi Candida ecc.), virus (virus HPV, virus erpetici ecc.) o parassiti (come i trichomonadi) possono causare la colpite.

Oltre a questa vaginite correlata all'infezione, esistono anche forme di infiammazione vaginale causate da sostanze chimiche o altre sostanze irritanti. Ad esempio, la colpite traumatica è solitamente causata da corpi estranei nella vagina, ad esempio un tampone o un pessario dimenticato.

La colpite atrofica è anche una delle infezioni vaginali non correlate all'infezione. Si verifica nelle donne durante o dopo la menopausa perché la mucosa vaginale non si accumula più completamente a causa della crescente mancanza di estrogeni. Ciò riduce la difesa locale contro gli agenti patogeni. Nell'ulteriore corso dell'infiammazione vaginale inizialmente non infettiva, germi come batteri o funghi possono facilmente depositarsi e moltiplicarsi.

Fattori di rischio per colpite

Un'ampia varietà di fattori di rischio è spesso coinvolta nello sviluppo dell'infiammazione vaginale. Igiene scarsa o eccessiva, frequenti cambi di partner e corpi estranei nella vagina giocano un ruolo, ad esempio. Le malattie metaboliche possono anche promuovere la colpite. Questi includono, ad esempio, il diabete mellito, l'obesità e la sindrome di Cushing. Carenza di ferro, tumori, operazioni e predisposizione genetica possono anche contribuire allo sviluppo della colpite. Lo stesso vale per alcuni farmaci come antibiotici, corticosteroidi ("cortisone") e farmaci antitumorali.

Tutti questi fattori possono disturbare la flora vaginale e quindi aprire la strada alla vaginite. Fondamentalmente, la colpite può anche svilupparsi con una flora vaginale sana.

Colpite: esami e diagnosi

Se sospetti la colpite, il tuo ginecologo è la persona giusta da contattare. Come parte di una conversazione iniziale, raccoglie la storia medica (anamnesi). Hai l'opportunità di descrivere dettagliatamente i tuoi sintomi e le tue lamentele. Il medico ti farà anche domande specifiche, ad esempio se hai avuto questi sintomi in passato o se stai assumendo farmaci.

Dopo l'anamnesi, viene eseguita una visita ginecologica. Il medico esamina da vicino il rivestimento vaginale. Il medico riconosce una mucosa infiammata, ad esempio, da arrossamento e gonfiore. Occasionalmente, si possono vedere piccole vescicole o ulcere sul rivestimento della vagina. L'aumento delle perdite, che può essere visibile nella vagina, è un'indicazione di colpite.

Per poter identificare possibili patogeni della colpite, il medico preleva dei tamponi dalla mucosa vaginale. Al microscopio, puoi vedere negli strisci se, ad esempio, funghi, batteri o vermi si sono diffusi nella vagina. Per un rilevamento più preciso, a volte è necessario creare una coltura dell'agente patogeno in laboratorio.

La colpite atrofica è spesso presente nelle donne anziane. Di solito non è possibile rilevare agenti patogeni.

Se si sospetta la colpite, è anche importante escludere altre cause dei sintomi. Ad esempio, nelle donne anziane con colpite, deve sempre essere diagnosticato un possibile tumore canceroso.

Inoltre, il medico determinerà i possibili fattori di rischio per la colpite, come alcune malattie metaboliche o una tecnologia igienica errata. Se possibile, tali fattori dovrebbero essere eliminati o almeno ridotti per ridurre il rischio di recidiva della vagina.

Colpite: trattamento

Il trattamento della colpite correlata all'infezione dipende dall'agente patogeno o dagli agenti patogeni. Ad esempio, gli antibiotici (come il metronidazolo) sono usati contro i batteri e i cosiddetti antimicotici (come il clotrimazolo) contro i funghi. A volte vengono prescritti anche antisettici (betaisodona). Funzionano contro batteri, funghi, virus e protozoi.

I principi attivi vengono applicati localmente (ad es. sotto forma di supposte o creme) o per via sistemica (di solito sotto forma di compresse). Nel caso di agenti patogeni a trasmissione sessuale che causano infiammazione vaginale, anche il partner dovrebbe essere trattato.

Se non si riscontrano patogeni responsabili della colpite, ma la vagina è mal colonizzata (disbiosi), si utilizzano farmaci (es. con probiotici) che riportano in equilibrio la flora vaginale.

La colpite atrofica viene trattata con preparati ormonali - preparati di estrogeni che vengono applicati localmente o ingeriti.

Colpite: decorso della malattia e prognosi

L'infiammazione vaginale può essere trattata bene con una terapia tempestiva e coerente. Di solito guarisce senza complicazioni. A volte l'infiammazione può diffondersi con l'aumento dei germi. Ciò può portare a infiammazione della cervice (cervicite), del rivestimento dell'utero (endometrite) o delle tube di Falloppio (annessite).

Al fine di ridurre il rischio di re-infiammazione dopo colpite guarita, i fattori di rischio esistenti dovrebbero essere eliminati o ridotti. Un'igiene intima eccessiva, ad esempio, dovrebbe essere evitata in quanto può disturbare la flora vaginale. Le donne dovrebbero quindi evitare irrigazioni vaginali e cosmetici intimi (come i deodoranti intimi) che non sono adatti all'ambiente vaginale acido. Al contrario, la scarsa igiene intima favorisce anche la colpite.

Colpite in gravidanza

L'infiammazione vaginale durante la gravidanza può causare travaglio prematuro o rottura della vescica, che può portare a un aborto spontaneo. La colite deve quindi essere trattata nelle donne in gravidanza.

Poiché gli agenti causali dell'infiammazione vaginale (come virus dell'herpes, gonococchi o clamidia) possono infettare il neonato durante il parto naturale, un taglio cesareo viene solitamente eseguito in donne in gravidanza con colpite acuta.

Tags.:  piante velenose di fungo velenoso alcool droghe fumare 

Articoli Interessanti

add