Gravidanza ad alto rischio

Dott. rer. nazionale Daniela Oesterle è una biologa molecolare, genetista umana e redattrice medica. Come giornalista freelance, scrive testi su temi di salute per esperti e profani e cura articoli scientifici specialistici di medici in tedesco e inglese. È responsabile della pubblicazione di corsi di alta formazione certificati per professionisti del settore medico per una rinomata casa editrice.

Maggiori informazioni sugli esperti di Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

I medici considerano molte gravidanze come le cosiddette gravidanze ad alto rischio. Questo è il caso, ad esempio, se la futura mamma è più anziana o se le gravidanze precedenti sono state problematiche. Una gravidanza ad alto rischio deriva anche da malformazioni dell'utero, da alcune malattie e dal consumo di nicotina, alcol o farmaci. Richiede uno stretto controllo medico sia della madre che del bambino. Scopri di più sulla gravidanza ad alto rischio!

Cos'è una gravidanza ad alto rischio?

Anche con un'assistenza medica ottimale, c'è un certo rischio residuo in ogni gravidanza. Se il rischio di complicanze per la madre o il bambino è superiore al normale nei singoli casi, gli esperti parlano di una gravidanza ad alto rischio.

La classificazione si basa sui risultati degli esami preventivi. Di seguito vengono descritti vari criteri che vengono chiariti dal medico nell'ambito di un esame preventivo completo. Se è presente solo uno dei criteri, si tratta già di una gravidanza ad alto rischio. Questo viene poi annotato anche nel passaporto della madre.

La valutazione della "gravidanza ad alto rischio" sconvolge molte future mamme, ma di solito non devono preoccuparsi - non sorgono inevitabilmente complicazioni.Nella maggior parte dei casi, la classificazione serve solo a garantire cure e trattamenti preventivi accurati e migliori da parte del medico.

Criteri generali per una gravidanza ad alto rischio

Possibili rischi derivano dalla storia precedente o dallo stile di vita della donna incinta, che il medico chiede in una discussione dettagliata. Se viene soddisfatto solo uno dei criteri, la gravidanza è a rischio:

  • Età delle donne in gravidanza sotto i 18 anni o sopra i 35 anni
  • decorso problematico di gravidanze precedenti come parti prematuri, aborti spontanei o cesarei
  • Gravidanza multipla
  • parto prematuro imminente o oltre la data di scadenza
  • malattie generali come diabete, asma, epatite, epilessia, malattie cardiache, ipertensione, morbo di Crohn e colite ulcerosa, gravi malattie mentali, infezioni o malattie della tiroide
  • Malattie ereditarie in famiglia
  • Fumare o bere alcolici
  • Uso di farmaci

Evidenze fisiche di una gravidanza ad alto rischio

L'esame fisico può fornire indizi su altri possibili rischi. Ad esempio, le donne di altezza inferiore a 1,50 metri sono a rischio di travaglio compromesso a causa di uno sbocco pelvico più piccolo. Nelle donne sottopeso, il nascituro può avere una carenza o una carenza. Anche le future mamme in sovrappeso sono a rischio di gravidanza: il diabete o l'avvelenamento da gravidanza (preeclampsia) possono influenzare la gravidanza. L'obesità può anche rendere difficile il travaglio o indebolirlo. L'ipertensione cronica aumenta il rischio di parto prematuro e i problemi di circolazione possono portare a blocchi nei vasi sanguigni.

Come parte di un esame pelvico, il medico può determinare altre possibili caratteristiche di una gravidanza ad alto rischio. Questi includono escrescenze benigne dell'utero (fibromi), cambiamenti nella cervice o malformazioni dell'utero. Anche l'infiammazione e le infezioni nell'area genitale influiscono sulla gravidanza, motivo per cui viene controllata regolarmente. Se il bambino si trova in una posizione sfavorevole in gravidanza avanzata, anche questa è considerata una gravidanza a rischio.

Criterio importante: l'età della donna incinta

Le donne di età compresa tra 20 e 29 anni hanno il rischio più basso di gravidanza. Se la futura mamma ha meno di 20 anni o più di 35 anni, la madre e/o il bambino sono maggiormente a rischio.

Incinta sotto i 20

Le donne incinte di età inferiore ai 20 anni sono leggermente più a rischio di parto prematuro. Anche la preeclampsia (avvelenamento da gravidanza), gli sviluppi di carenza e le nascite premature si verificano un po' più frequentemente in queste giovani madri. Grazie ad un attento monitoraggio medico, anche le donne in gravidanza molto giovani non devono preoccuparsi troppo della loro gravidanza e del bambino.

Incinta sopra i 35

Ci sono molti più bambini nati da madri di età compresa tra 35 e 39 anni rispetto a vent'anni fa. Se una donna rimane incinta all'età di 40 anni o più, anche questo non è più raro. Da un punto di vista psicologico, una gravidanza tardiva presenta evidenti vantaggi: relazioni stabili, esperienza, serenità, uno stile di vita generalmente sano e un contesto economico per lo più stabile favoriscono la salute materna e infantile.

Tuttavia, l'aumento dell'età comporta anche maggiori rischi e complicazioni. Ad esempio, le donne incinte di età superiore ai 35 anni hanno un tasso leggermente più elevato di aborti, parti prematuri e parti con taglio cesareo rispetto alle donne più giovani. Un aumento del rischio di alterazioni cromosomiche nei bambini (soprattutto trisomia 21) e un tasso di mortalità più elevato nelle donne sono ulteriori ragioni per documentare una gravidanza ad alto rischio nelle gestanti di 35 anni e più.

Incinta a 45 anni o più

I bambini sono sempre nati da donne anziane, anche senza complicazioni per la madre o il bambino. Ma ovviamente i rischi di cui sopra aumentano con l'età. Quindi, se una donna è incinta all'età di 45 anni o più, lei e suo figlio trarranno particolare beneficio da un buon monitoraggio e trattamento medico.

Gravidanza ad alto rischio: scelta dell'ospedale di maternità

La preparazione ostetrica è particolarmente importante in una gravidanza ad alto rischio. Insieme al tuo medico curante o all'ostetrica, puoi trovare la clinica ottimale con le migliori opzioni di personale e attrezzature possibili.

Gravidanza a rischio: non c'è bisogno di preoccuparsi troppo!

Ci sono numerosi fattori che rendono la gravidanza una gravidanza ad alto rischio. Ma le future mamme non dovrebbero preoccuparsi troppo. Il livello di assistenza medica in Germania e in altre nazioni industrializzate è così alto che una gravidanza ad alto rischio e il successivo parto di solito vanno senza problemi. La maggior parte delle volte, madre e figlio stanno bene dopo. Gli esami regolari durante la gravidanza ad alto rischio sono cruciali per questo. In questo modo è possibile riconoscere tempestivamente i rischi per la salute e affrontarli di conseguenza.

Tags.:  la salute delle donne bambino bambino cure odontoiatriche 

Articoli Interessanti

add