Caffè in gravidanza

Eva Rudolf-Müller è una scrittrice freelance nel team medico di Ha studiato medicina umana e scienze giornalistiche e ha ripetutamente lavorato in entrambe le aree: come medico in clinica, come revisore e come giornalista medico per varie riviste specializzate. Attualmente lavora nel giornalismo online, dove viene offerta a tutti un'ampia gamma di farmaci.

Maggiori informazioni sugli esperti di Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Il caffè può essere bevuto come al solito durante la gravidanza? O dovresti stare attento con quello? Molte future mamme sono interessate a questo argomento, poiché il caffè mattutino è spesso l'amato rituale di inizio giornata. Ma come reagisce il nascituro alla caffeina? Leggi di più su caffè e gravidanza.

La caffeina attraversa la placenta

Per molte persone non c'è inizio di giornata senza caffè. La gravidanza è una fase in cui le donne non dovrebbero bere troppo. Perché lo stimolante del caffè, la caffeina, attraversa la placenta senza impedimenti e quindi ha un impatto anche sul nascituro. Un adulto scompone la caffeina con l'aiuto di alcuni enzimi (citocromi). Tuttavia, il feto non ha ancora questi enzimi e quindi non può scomporre la caffeina che riceve.

Caffè in gravidanza: minor peso alla nascita

In uno studio norvegese, a quasi 60.000 donne incinte è stato chiesto del loro consumo di caffè. I bambini sono stati successivamente giudicati in base al loro peso alla nascita. È stato dimostrato che il consumo di caffè durante la gravidanza influisce sulla crescita del nascituro:

Se le future mamme bevevano una tazza di caffè al giorno (questo corrisponde a circa 100 milligrammi di caffeina), il peso medio alla nascita dei bambini era di 21-28 grammi e più al di sotto della media prevista di 3600 grammi.Con un maggiore consumo di caffè e quindi quantità maggiori di caffeina, il peso alla nascita è diminuito ulteriormente rispetto all'obiettivo.

In un bambino sano, questa differenza non è di grande importanza. Ma nel caso di nascite premature o di neonati maturi con un peso alla nascita intrinsecamente inferiore, questo può sicuramente avere un impatto sullo sviluppo successivo.

A parte la riduzione del peso alla nascita, il consumo di caffè durante la gravidanza non sembra avere altre conseguenze. L'assunzione di caffeina non provoca un parto prematuro né provoca gravi danni al bambino. Vanno bene fino a tre tazze di caffè durante la giornata. Le bevande energetiche sono tabù per le donne incinte.

Caffè in allattamento: il bambino beve con te

Anche le madri che allattano non dovrebbero consumare troppa caffeina. Altrimenti il ​​bambino diventa irrequieto, ha mal di pancia e dorme poco. Se una madre desidera caffè, tè nero o verde o una cola, la cosa migliore da fare è raggiungerli subito dopo l'allattamento. Quindi il corpo ha il tempo di abbattere la caffeina fino al prossimo pasto dell'allattamento.

Dose raccomandata di caffeina

Secondo l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), le donne incinte dovrebbero consumare un massimo di 200 milligrammi di caffeina al giorno. Ciò significa che durante la gravidanza si possono bere fino a tre tazze di caffè al giorno, a condizione che non vengano consumate altre bevande o alimenti contenenti caffeina. Perché alcune bevande energetiche e analcoliche come la cola contengono anche caffeina, fino a 80 milligrammi per bicchiere. È solo leggermente inferiore alla stessa quantità di caffè. C'è anche caffeina nel tè nero e verde - una media di 50 milligrammi per tazza. Anche il cacao e il cioccolato contengono il rialzo. Le donne incinte dovrebbero tenerne conto.

La regola generale è: non devi fare a meno del caffè durante la gravidanza e di altre bevande e cibi contenenti caffeina, ma devi tenere d'occhio la quantità consumata. Lo stesso vale per l'allattamento al seno.

Tags.:  fatica salute digitale valori di laboratorio 

Articoli Interessanti

add