Volare in gravidanza

Nicole Wendler ha un dottorato di ricerca in biologia nel campo dell'oncologia e dell'immunologia. Come editore medico, autore e correttore di bozze, lavora per vari editori, per i quali presenta questioni mediche complesse ed estese in modo semplice, conciso e logico.

Maggiori informazioni sugli esperti di Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Incinta e in volo: è possibile? Questa è la domanda che si pongono molte donne che vogliono andare di nuovo in vacanza prima di partorire, visitare parenti lontani o vogliono salire su un aereo per lavoro. La risposta è: volare incinta è del tutto possibile. Tuttavia, ci sono alcune cose da tenere a mente prima di salire a bordo. Leggi tutto quello che devi sapere sul volo durante la gravidanza qui!

Volare incinta: quali sono i rischi?

Incinta e in volo non si escludono a vicenda. Ma anche con un corso senza complicazioni, volare in gravidanza comporta alcuni rischi, che sono, tuttavia, in gran parte considerati bassi.

Radiazione cosmica

Tutti coloro che volano sono esposti a una maggiore esposizione alle radiazioni (radiazioni cosmiche). Più lungo è il volo, maggiore è l'altitudine e più vicino il percorso porta ai poli, maggiore è il carico. Su un volo transatlantico, è approssimativamente equivalente allo stress su una radiografia della parte superiore del corpo.

Queste radiazioni ionizzanti possono favorire malformazioni, soprattutto all'inizio della gravidanza, poiché gli organi si sviluppano dalla 5a settimana in poi. Per precauzione, non dovresti quindi pianificare voli a lungo raggio durante questo delicato periodo di sviluppo embrionale e dovresti anche ridurre i voli a corto raggio. Chiedi consiglio al tuo ginecologo se voli molto per lavoro.

Gravidanza e trombosi

Stare seduti per lunghi periodi sui voli a lungo raggio aumenta il rischio di trombosi. Durante la gravidanza aumenta anche il rischio di coaguli di sangue nelle vene. Pertanto, assicurati di bere il più possibile durante il volo. È anche consigliabile alzarsi in mezzo e muoversi un po'. Puoi anche fornire più spazio per le gambe prenotando un posto adeguatamente comodo sull'aereo. Esercizi leggeri mentre si è seduti prevengono anche la trombosi. Ha anche senso indossare calze antitrombo sui voli a lungo raggio per prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Se hai mai avuto una trombosi, dovresti discuterne con il tuo medico. Può prescriverti un anticoagulante per un volo urgente.

Il contenuto di ossigeno non è un problema

Il contenuto di ossigeno dell'aria diminuisce con l'aumentare dell'altitudine. Ad una quota di volo normale, tuttavia, questa riduzione dell'ossigeno non è così grande: non c'è pericolo per il nascituro.

Volare incinta nelle ultime settimane?

Le complicazioni della gravidanza in alto sopra le nuvole non sono una bella idea. Inoltre, se voli verso la fine della gravidanza, c'è il rischio di un parto non pianificato. Il modo più semplice per evitare situazioni così scomode è astenersi dall'imbarcarsi sull'aereo nelle ultime settimane di gravidanza.

Se devi ancora e vuoi volare in gravidanza avanzata, ci sono alcune cose da considerare:

La maggior parte delle compagnie aeree consiglia alle donne in gravidanza dalla 28a settimana o quattro settimane prima della data di scadenza calcolata di salire a bordo solo con un certificato medico. Puoi volare in stato di gravidanza pesante - se la gravidanza è stata confermata come non complicata dal medico - di solito fino alla 36a settimana di gravidanza, a seconda della compagnia aerea. Dovresti portare con te nel bagaglio a mano il certificato medico e la tessera di maternità. In caso di gravidanze gemellari o altre gravidanze multiple, le gestanti non sono generalmente più ammesse a bordo dalla 32a settimana in poi. Tuttavia, alcune compagnie distinguono tra voli lunghi e brevi.

Quindi non ci sono regole uniformi. È necessario informarsi sulle condizioni di trasporto della compagnia aerea in questione. Non dimenticare: ci sono anche leggi e scadenze diverse per volare durante la gravidanza, a seconda del paese.

Volare incinta con un certificato

Riceverai un certificato dal tuo ginecologo. Alcune compagnie aeree offrono moduli sui loro siti Web che puoi mostrare al tuo ginecologo. Al momento del check-in in aeroporto, il certificato medico di norma non deve essere più vecchio di due settimane. Dovresti anche essere in grado di presentare il tuo record di maternità al momento del check-in.

Un certificato per il volo durante la gravidanza deve contenere:

  • settimana di gravidanza in corso
  • data di scadenza prevista
  • Conferma di una gravidanza non complicata
  • Conferma dell'idoneità al volo della donna incinta

Complicazioni della gravidanza: volare sconsigliato

Se insorgono complicazioni nel corso della gravidanza o se la gravidanza è a rischio, i ginecologi generalmente sconsigliano di volare durante la gravidanza. In particolare, questo significa: Volare incinta non è raccomandato per:

  • Problemi cardiovascolari
  • Anemia
  • parto prematuro
  • Tendenza al parto prematuro o aborto spontaneo
  • Placenta previa

Volare durante la gravidanza: consigli

Se desideri volare come donna incinta, dovresti assolutamente pensare all'assicurazione annullamento viaggio, anche se la gravidanza è stata semplice fino al momento della prenotazione. Se, ad esempio, si verifica un parto prematuro, il viaggio prenotato deve essere annullato, ma con un'assicurazione annullamento, l'assicurazione potrebbe non addebitare alcuna penale.

Se vuoi volare incinta, è meglio farlo nel secondo trimestre di gravidanza. Perché tra il quarto e il sesto mese la maggior parte delle donne si sente bene: la nausea e la stanchezza mattutine sono diminuite, anche la fase critica dello sviluppo degli organi è terminata e lo stomaco non dà ancora fastidio. Il secondo trimestre è quindi più adatto per volare durante la gravidanza.

La cintura di sicurezza del sedile dell'aereo deve essere sempre stretta sotto lo stomaco.

Incinta: volare è il tuo lavoro

Regole speciali si applicano alle assistenti di volo e ai piloti in stato di gravidanza. Con l'annuncio della gravidanza, hostess e piloti incinti sono sollevati dal loro lavoro in aria. La gravidanza ti rende inadatto a volare. Per i piloti in gravidanza, invece, se il corso è semplice e dopo accertamenti medici, possono essere concesse deroghe fino alla 26a settimana di gravidanza. Scopri di più dal tuo datore di lavoro sulle condizioni esatte se desideri volare incinta come pilota o hostess.

Tags.:  pelle menopausa i denti 

Articoli Interessanti

add