La metà degli attacchi di cuore è silenziosa

Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Quasi ogni secondo attacco di cuore è "silenzioso", quindi non è davvero evidente. Tuttavia, sono pericolosi almeno quanto gli attacchi di cuore con sintomi tipici. Riconoscere i segni sottili può quindi salvare vite.

Pressione improvvisa nella zona del torace, mancanza di respiro o dolore che si irradia alla schiena, alla spalla o soprattutto al braccio sinistro: questi segnali di avvertimento indicano classicamente un attacco di cuore. Ma solo circa la metà dei pazienti con infarto presenta questi chiari sintomi. Nell'altra metà, l'infarto è silenzioso, cioè senza sintomi o solo molto sottili.

Lo ha dimostrato uno studio statunitense in cui il Dr. Eldayed Soliman e il suo team di ricerca presso il Wake Forest Baptist Medical Center hanno valutato i dati di quasi 9.500 americani. La salute del cuore dei soggetti era stata monitorata per diversi anni. L'indagine ha mostrato: durante questo periodo, oltre 700 persone hanno subito un attacco di cuore, 317 delle quali silenziose. Cioè, il 45 percento degli attacchi di cuore non era evidente dai segni tipici.

Gli uomini più spesso colpiti

Negli attacchi cardiaci silenziosi, proprio come negli attacchi cardiaci "normali", uno o più vasi sanguigni si chiudono in modo che il muscolo cardiaco non sia più adeguatamente rifornito di ossigeno. Di conseguenza, il tessuto colpito muore e il cuore viene danneggiato in modo permanente. Ad esempio, non può più fornire la sua piena capacità di pompaggio.

Anche se più uomini hanno avuto un infarto silenzioso, è stato più spesso fatale nelle donne. A lungo termine, gli attacchi cardiaci silenziosi triplicano il rischio di morire per una condizione cardiaca, hanno detto i ricercatori.

Più attenzione quando c'è un alto rischio di infarto

Gli attacchi cardiaci silenziosi non sono meno pericolosi della variante più evidente. Almeno alcuni degli attacchi cardiaci silenziosi sono segnali di avvertimento a cui prestare attenzione. Ad esempio, le persone colpite lamentano stanchezza persistente, malessere, indigestione, dolore che assomiglia a uno stiramento muscolare o un leggero dolore al petto, all'addome superiore, alla mascella, alla schiena o alle braccia.

Soprattutto le persone che incontrano diversi fattori di rischio per un infarto dovrebbero prestare attenzione a questi sintomi. L'obesità, il fumo, l'ipertensione o il diabete, ad esempio, aumentano la probabilità di un'occlusione vascolare, silenziosa o meno. Se le persone a rischio hanno sintomi non specifici, è ora di consultare un medico! Possono fare una diagnosi finale utilizzando un elettrocardiogramma (ECG), che registra l'attività cardiaca.

Perché solo un infarto silente riconosciuto può essere trattato in modo appropriato a lungo termine. Proprio come i pazienti con attacco di cuore "normali", i pazienti devono prendersi cura di se stessi. Ciò significa: smettere di fumare, fare esercizio fisico regolarmente, controllare il peso e mantenere i valori di colesterolo e pressione sanguigna nell'intervallo normale. (vv)

Fonti:

Zhang, Z-M. et al 2016. Differenze di razza e sesso nell'incidenza e nel significato prognostico dell'infarto miocardico silenzioso nello studio sul rischio di aterosclerosi nelle comunità (ARIC). CIRCOLAZIONE. DOI: 10.1161/CIRCOLAZIONE AHA.115.021177

Associazione americana del cuore. Attacco cardiaco silenzioso: sintomi, rischi.Accesso: 18 maggio 2016

Tags.:  alcool droghe medicina di viaggio fatica 

Articoli Interessanti

add