Fuoco di Sant'Antonio: rischio cardiovascolare

Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Monaco di BavieraL'herpes zoster non affligge solo i pazienti con un'eruzione cutanea dolorosa. Anni dopo la malattia, aumenta la probabilità di un ictus o di un infarto. Il consiglio dei ricercatori britannici: chiunque abbia mai avuto l'herpes zoster dovrebbe tenere d'occhio i possibili fattori di rischio.

Fattore di rischio indipendente

Come base per il loro studio, Judith Breuer e i suoi colleghi dell'University College di Londra hanno confrontato i dati di 106.000 ex pazienti con herpes zoster con 213.000 persone che non avevano sofferto della malattia virale. I dati provengono da un database di pazienti britannici, alcuni dei quali hanno permesso di monitorare lo stato di salute fino a 24 anni dopo lo scoppio del fuoco di Sant'Antonio.

Per vedere quanto fortemente l'herpes zoster abbia influenzato esplicitamente la salute a lungo termine dei pazienti, i ricercatori hanno adattato le informazioni per includere altri fattori di rischio noti per il sistema cardiovascolare, come un indice di massa corporea superiore a 30, fumo, livelli elevati di colesterolo o diabete. Il risultato è stato inequivocabile: tra quelli sotto i 40 anni, la probabilità di avere un ictus era del 74 percento più alta se la persona avesse mai avuto l'herpes zoster. "L'herpes zoster è un fattore di rischio indipendente per le malattie vascolari, in particolare per ictus, emorragie cerebrali e attacchi di cuore", affermano i ricercatori.

Zona di pericolo sotto i 40

Tra i 18 ei 40 anni, non solo il rischio di ictus era particolarmente elevato per questo gruppo rispetto ai pazienti senza herpes zoster. Anche la probabilità di un infarto è aumentata del 50 percento. Hanno anche avuto un incidente ischemico (TIA) 2,4 volte più spesso, un disturbo del flusso sanguigno cerebrale che si traduce in fallimenti neurologici. Per le persone con più di 40 anni, i numeri non erano così drastici. La probabilità di un TIA era del 15% più alta e un attacco di cuore era del 10% più probabile. "Nelle persone anziane, i fattori di rischio vascolare vengono osservati più da vicino e le contromisure vengono prese in tempo utile", spiegano gli scienziati la differenza legata all'età.

Chiunque abbia avuto l'herpes zoster dovrebbe quindi evitare fattori di rischio come il fumo e la mancanza di esercizio fisico in giovane età e controllare regolarmente i valori di laboratorio come i lipidi nel sangue e la glicemia.

La varicella si trasforma in fuoco di Sant'Antonio

L'herpes zoster è causato dal virus della varicella zoster, che è uno dei virus dell'herpes. Tuttavia, se sei stato infettato dall'agente patogeno per la prima volta, non otterrai l'herpes zoster, ma la varicella. Dopodiché, il virus rimane nel corpo per tutta la vita. Di solito il sistema immunitario riesce a tenere sotto controllo il germe così bene che le persone colpite non si ammalano di nuovo. Tuttavia, circa un quarto dei portatori di virus ha un nuovo focolaio, questa volta sotto forma di fuoco di Sant'Antonio. In genere, questo si traduce in un'eruzione cutanea con arrossamento e vesciche, specialmente sulla schiena o sul petto. In molti casi, l'herpes zoster provoca un forte dolore perché i tratti nervosi si infiammano. (sx)

Fonte: J. Breuer et al. Herpes zoster come fattore di rischio per ictus e TIA: uno studio di coorte retrospettivo nel Regno Unito. Neurologia, 2014; DOI: 10.1212 / WNL.00000000000000038

Tags.:  sistemi di organi prevenzione dieta 

Articoli Interessanti

add