Vaccinazione antinfluenzale: utile anche per i diabetici più giovani

Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Monaco di BavieraLa vaccinazione antinfluenzale è particolarmente importante per le persone con malattie croniche come l'asma o problemi cardiovascolari. Dovrebbe proteggere il corpo già indebolito della persona colpita dall'infezione. Poiché non solo si infettano più facilmente, l'influenza è spesso particolarmente difficile per loro. Per questo motivo, anche i diabetici di tipo 2 dovrebbero sottoporsi a regolari vaccinazioni antinfluenzali. Questo vale sia per gli anziani che per gli adulti malati in età lavorativa, riferiscono i ricercatori canadesi.

Raccomandazione vaccinale per gli anziani

Per gli anziani - con o senza diabete di tipo 2 - vale anche in Germania la raccomandazione di vaccinarsi contro i virus dell'influenza su base regolare. Un gruppo di ricerca guidato dal Dr. Jeffrey Johnson dell'Università dell'Alberta in Canada. Per fare ciò, hanno valutato i dati ospedalieri di un totale di 99.781 diabetici vaccinati e non vaccinati. 56.513 di loro avevano tra i 18 ei 65 anni (58 per cento), il resto aveva 65 anni e più. I ricercatori hanno confrontato la frequenza con cui tutti i partecipanti sono stati trattati in ospedale per sintomi simil-influenzali, polmonite, una vera influenza, ma anche per altri disturbi tra il 2000 e il 2008. Gli scienziati hanno quindi confrontato i risultati con le informazioni sull'età e sullo stato di vaccinazione.

I giovani ne beneficiano quasi quanto gli anziani

È diventato chiaro che anche i diabetici più giovani traggono beneficio dalla vaccinazione: hanno dovuto essere curati in ospedale per influenza o polmonite del 43% in meno rispetto ai loro coetanei che non erano stati vaccinati.Ciò significa che una vaccinazione antinfluenzale è altrettanto efficace per i diabetici più giovani quanto per i diabetici più anziani. Questi avevano il 45% in meno di probabilità di essere ricoverati in ospedale per l'influenza se fossero stati vaccinati in anticipo. Nel complesso, il rischio per i diabetici partecipanti di dover essere ricoverati in ospedale in relazione a un'infezione influenzale era del 6% superiore rispetto al gruppo di controllo non diabetico.

"I nostri risultati mostrano che i diabetici in età lavorativa beneficiano di una vaccinazione antinfluenzale quasi quanto le persone anziane", spiegano i ricercatori. Finora, tuttavia, una vaccinazione antinfluenzale è stata raccomandata principalmente per i diabetici di tipo 2 più anziani. Queste raccomandazioni vaccinali dovrebbero quindi valere anche per i malati più giovani e, soprattutto, essere attuate. Studi più ampi dovrebbero ora confermarlo.

Complicazioni della malattia di base

Nelle persone sane, l'influenza di solito passa senza complicazioni e i sintomi possono essere trattati bene. Tuttavia, chiunque soffra di una malattia di base come l'asma o il diabete ha un rischio maggiore di contrarre una malattia grave, che nel peggiore dei casi può anche essere fatale. La colpa è del sistema immunitario già indebolito delle persone colpite. Ecco perché anche il Robert Koch Institute (RKI) consiglia di vaccinare tempestivamente le persone con malattie croniche contro l'influenza. (jb)

Fonte: Lau D. et al. Efficacia della vaccinazione antinfluenzale negli adulti in età lavorativa con diabete: uno studio di coorte basato sulla popolazione. Diabetologia. 24/01/2014

Tags.:  salute digitale bambino piccolo droghe 

Articoli Interessanti

add