Influenza: sei volte il rischio di infarto

Dott. Andrea Bannert è in dal 2013. Il dottore in biologia e editore di medicina ha inizialmente svolto ricerche in microbiologia ed è l'esperto del team sulle piccole cose: batteri, virus, molecole e geni. Lavora anche come freelance per Bayerischer Rundfunk e varie riviste scientifiche e scrive romanzi fantasy e storie per bambini.

Maggiori informazioni sugli esperti di Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

L'influenza è molto dura per il corpo. Molti si sentono ancora stanchi e deboli per molto tempo dopo che la febbre alta e i sintomi respiratori si sono attenuati. La malattia può colpire anche il cuore. Il rischio di un attacco di cuore è apparentemente notevolmente aumentato durante l'influenza.

I ricercatori dell'Università di Toronto hanno analizzato i dati di 364 pazienti che hanno avuto l'influenza tra il 2009 e il 2014. Inoltre, tutti i partecipanti avevano subito un attacco di cuore entro un anno prima o dopo l'infezione.

Gli scienziati hanno confrontato quanti pazienti hanno avuto un infarto entro sette giorni dalla diagnosi di influenza, o prima o dopo la risoluzione della malattia.

Il rischio è aumentato di sei volte

Il risultato: nella settimana in cui anche il corpo è stato gravato dall'influenza, un totale di 20 pazienti ha subito un infarto. Nel resto del tempo studiato, c'era una media di soli 3,3 casi a settimana. Il virus dell'influenza ha aumentato di sei volte il rischio di infarto miocardico.

Naturalmente, anche malattie infettive diverse dall'influenza possono indebolire il corpo. I ricercatori hanno anche osservato un leggero aumento del rischio di infarto del miocardio per altre malattie respiratorie, come alcuni virus del raffreddore. Tuttavia, l'effetto è stato significativamente inferiore qui.

Rilevazione di agenti patogeni in laboratorio

Contrariamente agli studi precedenti che hanno indagato su questa connessione, le diagnosi di influenza sono state qui confermate per la prima volta da un rilevamento dell'influenza in laboratorio. Se si basano solo sui reclami del paziente, a volte si verificano diagnosi errate, poiché le infezioni respiratorie acute causate da altri agenti patogeni possono causare sintomi simili.

La vaccinazione antinfluenzale protegge il cuore

Ciò conferma che le persone soggette a malattie cardiovascolari, come i pazienti con ipertensione o le persone con grave calcificazione dei vasi sanguigni (arteriosclerosi), dovrebbero essere vaccinate contro l'influenza, sottolinea l'autore dello studio Dr. Jeffrey Kwong. Inoltre, la vaccinazione ha anche un effetto di protezione del cuore per le persone anziane.

Tags.:  voglia di avere figli dormire dieta 

Articoli Interessanti

add