L'influenza in gravidanza è rischiosa per il bambino

Christiane Fux ha studiato giornalismo e psicologia ad Amburgo. L'esperto redattore medico scrive articoli di riviste, notizie e testi fattuali su tutti i possibili argomenti di salute dal 2001. Oltre al suo lavoro per, Christiane Fux è anche attiva nella prosa. Il suo primo romanzo poliziesco è stato pubblicato nel 2012 e scrive, progetta e pubblica anche le sue commedie poliziesche.

Altri post di Christiane Fux Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Le donne incinte non solo sono molto spesso gravemente malate di influenza, ma anche l'infezione virale mette a dura prova il bambino. Secondo vari studi, la prole è particolarmente suscettibile alle infezioni nei primi mesi di vita.

I ricercatori che lavorano con Henning Jacobsen e Gül┼čah Gabriel dell'Istituto Leibniz per la virologia sperimentale (HPI) sono stati ora in grado di capire come ciò avvenga negli esperimenti con i topi.

Più suscettibili alle infezioni

Per fare ciò, gli scienziati hanno infettato topi gravidi con virus dell'influenza A attraverso il naso. Il risultato: i loro piccoli non solo sono cresciuti più lentamente della prole di topi non infetti, ma erano anche più suscettibili alle infezioni virali e batteriche.

I ricercatori hanno scoperto che in questi animali giovani, le cellule spazzine negli alveoli (macrofagi alveolari) in particolare erano più difficili da riconoscere e quindi meno efficaci nell'eliminarli.

Inoltre, la produzione di cellule del sangue, compresi i globuli bianchi che funzionano come cellule immunitarie, è stata compromessa nei topolini di madri infette dall'influenza. Inoltre, c'era un peso alla nascita inferiore dei giovani animali.

Lo sviluppo sfavorevole è innescato, tra l'altro, da sostanze infiammatorie come le cosiddette citochine infiammatorie nei polmoni della madre. Tale attivazione immunitaria nel corpo materno può favorire non solo la difesa immunitaria indebolita ma anche malattie neurologiche. Precedenti studi hanno dimostrato che alti livelli di citochine sono associati a un rischio più elevato di schizofrenia e autismo.

"I risultati nel nuovo modello animale mostrano ora per la prima volta che esiste una chiara causalità tra l'infezione virale durante la gravidanza e la maggiore vulnerabilità della prole alle infezioni", ha affermato Gabriel.

Tuttavia, va detto che i risultati degli esperimenti sugli animali non possono essere trasferiti uno a uno all'uomo.

La vaccinazione antinfluenzale protegge madre e figlio

I risultati dello studio, tuttavia, forniscono un altro argomento secondo cui le donne incinte dovrebbero ricevere una vaccinazione antinfluenzale, come raccomandano comunque gli esperti. Durante la gravidanza, il sistema immunitario si spegne. Ciò impedisce al sistema immunitario materno di combattere il bambino nell'addome.

In caso di infezione, la difesa della madre contro il virus dell'influenza è meno efficace. Ciò favorisce un decorso grave della malattia, che poi mette in pericolo madre e figlio.

Tags.:  medicina di viaggio pelle Salute dell'uomo 

Articoli Interessanti

add