Prodotti senza glutine: sconsigliati a persone sane

Christiane Fux ha studiato giornalismo e psicologia ad Amburgo. L'esperto redattore medico scrive articoli di riviste, notizie e testi fattuali su tutti i possibili argomenti di salute dal 2001. Oltre al suo lavoro per, Christiane Fux è anche attiva nella prosa. Il suo primo romanzo poliziesco è stato pubblicato nel 2012 e scrive, progetta e pubblica anche le sue commedie poliziesche.

Altri post di Christiane Fux Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

I prodotti senza glutine stanno conquistando sempre più spazio sugli scaffali dei supermercati. Anche le persone che tollerano facilmente il glutine nei cereali si rivolgono sempre più a pane, biscotti o pasta senza glutine. Questi non sono solo più costosi, ma spesso sono anche meno salutari.

Tanto grasso, poche proteine

I ricercatori guidati da Joaquim Calvo Lema dell'Istituto de Investigación Sanitaria La Fe di Valencia hanno presentato uno studio in cui hanno confrontato 654 prodotti senza glutine con 655 prodotti contenenti glutine. Hanno scoperto che gli alimenti senza glutine spesso contenevano significativamente meno proteine ​​rispetto alle loro controparti contenenti glutine, ma invece contenevano maggiori quantità di grassi. Quindi sono significativamente più ricchi di calorie. Il motivo: questo è l'unico modo per conferire ai prodotti una consistenza simile a quella dei prodotti contenenti glutine.

In particolare, contengono spesso quantità maggiori di acidi grassi saturi, meno salutari di quelli insaturi. I ricercatori ora chiedono ai produttori di cambiare la ricetta dei prodotti senza glutine in modo che diventino complessivamente più sani. Soprattutto, però, bisognerebbe dichiarare adeguatamente gli ingredienti.

Poca fibra, molto arsenico

Anche prima, i medici avevano sottolineato che i prodotti senza glutine possono essere problematici. Da un lato, perché può ridurre la quantità di fibre nella dieta. D'altra parte, perché il grano e altri cereali in essi contenuti sono spesso sostituiti dal riso, che di solito è contaminato dall'arsenico.

I genitori che sperano di fare qualcosa di buono per la loro prole sana con cibo senza glutine si sbagliano. E anche gli adulti sani sono meglio serviti con prodotti normali.

Uno su cento ha la celiachia

La situazione è diversa per quelle persone che in realtà non possono tollerare il glutine e che soffrono di quella che è nota come malattia celiaca. Anche piccole quantità di glutine possono causare gravi disturbi gastrointestinali: da flatulenza e crampi a diarrea e infiammazioni intestinali croniche.

Per questi pazienti i prodotti senza glutine sono una benedizione. Tuttavia, gli esperti stimano che l'intolleranza colpisca solo l'uno per cento della popolazione europea.

Tags.:  parassiti menopausa desiderio insoddisfatto di avere figli 

Articoli Interessanti

add