Glaucoma: la meditazione abbassa la pressione intraoculare

Lisa Vogel ha studiato giornalismo dipartimentale con specializzazione in medicina e bioscienze presso l'Università di Ansbach e ha approfondito le sue conoscenze giornalistiche nel master in informazione e comunicazione multimediale. Questo è stato seguito da un tirocinio nella redazione di Da settembre 2020 scrive come giornalista freelance per

Altri post di Lisa Vogel Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Durante la meditazione, la pressione intraoculare diminuisce. Ciò potrebbe impedire la progressione del glaucoma e possibilmente salvare le persone colpite dalla cecità.

Durante la meditazione, il corpo si rilassa, l'anima si riprende, la pressione diminuisce, anche negli occhi. I pazienti con glaucoma (glaucoma) potrebbero quindi trarre particolare beneficio dalla meditazione e dagli esercizi di respirazione. Perché la malattia dell'occhio di solito si sviluppa perché la pressione all'interno dell'occhio interrompe il flusso sanguigno all'occhio. A lungo termine, questo danneggia le cellule nervose della retina e del nervo ottico.

Lo stress porta ad un'elevata pressione intraoculare

Scienziati tedeschi e indiani sospettano che lo stress psicologico possa essere una delle cause principali dell'aumento della pressione intraoculare. Il rilassamento mirato, quindi la loro ipotesi, potrebbe contrastare questo.

Per verificare ciò, i ricercatori della Otto von Guericke University Magdeburg e dell'All India Institute of Medical Science di Nuova Delhi hanno diviso 90 pazienti affetti da glaucoma in due gruppi. Il gruppo di meditazione ha praticato una meditazione con esercizi di respirazione per un'ora ogni mattina sotto la guida di un trainer. Inoltre, hanno continuato a prendere colliri per l'elevata pressione intraoculare. Il secondo gruppo fungeva da controllo e usava solo il collirio.

La meditazione abbassa la pressione

Dopo tre settimane, la meditazione ha mostrato i suoi effetti: in tre quarti dei pazienti, la pressione intraoculare è diminuita in media del 25 percento. Erano anche più rilassati: il livello di cortisolo nel sangue - un indicatore di stress - era più basso rispetto a prima dell'inizio dello studio. Inoltre, i soggetti del gruppo di meditazione avevano più endorfine - i cosiddetti ormoni della felicità - nel sangue.

"In caso di stress mentale, il tessuto dell'occhio è scarsamente irrorato di sangue", afferma a il prof. Bernhard Sabel, coautore dello studio. Gli ormoni dello stress aumentano la pressione sanguigna e aumenta anche la pressione nelle vene negli occhi. Quindi i vasi sottili si restringono.

"La meditazione rimuove l'effetto dello stress e la pressione nell'occhio si normalizza", afferma lo psicologo e ricercatore sul cervello. Quindi il bulbo oculare e il nervo ottico sensibile vengono riforniti meglio di ossigeno e sostanze nutritive.

Il rilassamento migliora l'afflusso di sangue

Un'altra possibile spiegazione per l'effetto del rilassamento: "Grazie alla migliore circolazione sanguigna, i liquidi repressi potrebbero anche fluire meglio", afferma il ricercatore. Tuttavia, questo effetto non è stato ancora dimostrato, sono necessarie ulteriori indagini. Inoltre, non è chiaro come la meditazione influenzerà la malattia a lungo termine. Può aiutare a prevenire l'ulteriore progressione della malattia.

Gli scienziati sono attualmente alla ricerca di partecipanti per un ulteriore studio sull'argomento. I pazienti con glaucoma interessati con disturbi visivi nel campo visivo, che sono disposti a recarsi a Magdeburgo due o tre volte, possono contattare [email protected] via e-mail.

Cecità da glaucoma

Un gruppo di malattie degli occhi è chiamato glaucoma o glaucoma. Nel corso della malattia, le cellule nervose della retina e del nervo ottico non sono adeguatamente fornite di sostanze nutritive. Il motivo è uno scarso apporto di sangue all'occhio. Nella maggior parte dei casi, la pressione nel bulbo oculare aumenta.

La malattia passa inosservata per molto tempo. Se si verificano disturbi visivi come la perdita del campo visivo, molte cellule nervose di solito sono già irrimediabilmente danneggiate. La stella verde è la terza causa di cecità nei paesi sviluppati.

Tags.:  bambino bambino pelle nutrimento 

Articoli Interessanti

add