Glaucoma: il caffè aumenta il rischio per chi ha avuto una precedente esposizione

Christiane Fux ha studiato giornalismo e psicologia ad Amburgo. L'esperto redattore medico scrive articoli di riviste, notizie e testi fattuali su tutti i possibili argomenti di salute dal 2001.Oltre al suo lavoro per, Christiane Fux è anche attiva nella prosa. Il suo primo romanzo poliziesco è stato pubblicato nel 2012 e scrive, progetta e pubblica anche le sue commedie poliziesche.

Altri post di Christiane Fux Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Chiunque abbia parenti stretti che soffrono di glaucoma (stella verde) dovrebbe trattenersi dal caffè. Solo tre tazze al giorno potrebbero quasi quadruplicare il rischio di aumento della pressione intraoculare che porta alla cecità.

La stella verde (glaucoma) è la principale causa di cecità nei paesi industrializzati. Un recente studio ha esaminato gli effetti dell'assunzione di caffeina sulla pressione intraoculare, che è un fattore di rischio centrale per lo sviluppo del glaucoma.

Tre tazze di caffè, quattro volte il rischio

I ricercatori guidati da Louis R. Pasquale della Mount Sinai School of Medicine hanno valutato i dati di oltre 120.000 partecipanti di età compresa tra 39 e 73 anni. Hanno risposto alle domande sul loro consumo di caffeina a base di bevande energetiche, cola e caffè.

Inoltre, il genoma dei partecipanti è stato esaminato per i geni di rischio per il glaucoma. La vista dei partecipanti è stata esaminata tre anni dopo l'indagine. Il risultato: nelle persone con un rischio familiare di glaucoma, il consumo di caffeina ha aumentato la probabilità di svilupparne effettivamente uno.

Aumento del rischio solo per chi ha una storia familiare

Per i partecipanti che avevano una predisposizione genetica particolarmente elevata all'insorgenza del glaucoma e che bevevano più di tre tazze di caffè al giorno (o più di 321 milligrammi di caffeina), il rischio di glaucoma era quasi quattro volte superiore rispetto alle persone con una genetica basso rischio di glaucoma che aveva poco o niente non consumava caffeina.

Una tale predisposizione genetica non è rara: ha colpito il 25% dei partecipanti. Nel restante 75%, i ricercatori hanno anche scoperto che la pressione intraoculare aumentava in media di 0,35 mmHg quando si consumavano alti livelli di caffeina. Tuttavia, non sono riusciti a trovare una connessione diretta con lo sviluppo del glaucoma.

"Lo studio suggerisce che le persone a più alto rischio genetico per il glaucoma potrebbero trarre beneficio da un'assunzione moderata di caffeina", afferma il coautore Anthony Khawaja. Tuttavia, l'associazione tra caffeina e rischio di glaucoma è stata stabilita solo in grandi quantità di caffeina per le persone con il più alto rischio genetico.

L'ipertensione intraoculare provoca cecità

Il termine medico glaucoma, o glaucoma, comprende un gruppo di malattie degli occhi che, se non trattate, possono distruggere la retina e il nervo ottico nel tempo. La malattia non è dolorosa e spesso passa inosservata. Le cosiddette perdite del campo visivo di solito si verificano solo in una fase avanzata: un punto cieco si trova quindi in una parte dello spettro visivo. Se non trattati, i fallimenti progrediscono fino alla cecità completa. Il 15-20% di tutta la cecità in Germania può essere ricondotto a un tale glaucoma.

Tags.:  menopausa salute digitale terapie 

Articoli Interessanti

add