Insufficienza cardiaca: la telemedicina allunga la vita

Lisa Vogel ha studiato giornalismo dipartimentale con specializzazione in medicina e bioscienze presso l'Università di Ansbach e ha approfondito le sue conoscenze giornalistiche nel master in informazione e comunicazione multimediale. Questo è stato seguito da un tirocinio nella redazione di Da settembre 2020 scrive come giornalista freelance per

Altri post di Lisa Vogel Tutti i contenuti di sono controllati da giornalisti medici.

Se controlli meglio il tuo cuore malato a casa, trascorrerai meno tempo in ospedale. Questo è il risultato di uno studio della Charité di Berlino. I pazienti con insufficienza cardiaca sono stati dotati di tablet, bilance, macchine ECG e monitor della pressione sanguigna collegati a Internet. I medici hanno potuto reagire rapidamente a qualsiasi peggioramento dei valori in un apposito centro di telemedicina.

Allo studio hanno partecipato in totale 1538 pazienti con insufficienza cardiaca cronica (insufficienza cardiaca) di grado NYHA 2 e 3. La metà di loro ha ricevuto cure di telemedicina. L'altra metà dei partecipanti allo studio è servita come gruppo di controllo ed è stata trattata secondo gli standard convenzionali.

Il risultato ha parlato del valore dell'assistenza telemedica: in media, i pazienti di questo gruppo hanno visitato l'ospedale per 17,8 giorni entro il periodo di studio di un anno a causa di problemi cardiaci o complicazioni. Il gruppo di controllo ha avuto 24,2 giorni di degenza. I pazienti in telemedicina sono stati ricoverati dal medico di famiglia per 3,8 giorni, i pazienti del gruppo di controllo per 5,6 giorni.

Meno morti

La mortalità è stata ridotta anche dal monitoraggio della telemedicina: mentre 11 persone su 100 partecipanti sono morte entro questo anno nel gruppo di controllo, solo 8 nel gruppo di telemedicina possono ridurre ”, è come il prof. Friedrich Köhler, capo del Centro per la telemedicina cardiovascolare , riassume le cifre.

Ogni giorno, i pazienti del gruppo di telemedicina inviavano i valori tramite un tablet al centro di telemedicina, che era attivo 24 ore su 24. Importanti sono stati il ​​peso, la saturazione di ossigeno nel sangue, la pressione sanguigna, ma anche il feedback sullo stato generale di salute e benessere. Gli esperti della clinica sono stati in grado di modificare il farmaco, se necessario, o di consigliare una visita medica.

Medico di famiglia più telemedicina la soluzione migliore

Inoltre, tutti i dati sono stati salvati su una scheda paziente elettronica e possono essere visualizzati in qualsiasi momento dal medico di famiglia e dal centro di telemedicina. Premendo un pulsante, i medici di medicina generale presenti hanno potuto contattare uno specialista della clinica.

La stretta cura del paziente e il supporto dei medici in loco con possibilità di telemedicina è la ragione del successo, secondo il prof. Friedrich Köhler. "Medico di famiglia più telemedicina è meglio del solo medico di famiglia".

Malattia diffusa dello scompenso cardiaco

Con l'insufficienza cardiaca, il cuore non è più in grado di fornire al corpo ossigeno sufficiente. Si verifica difficoltà di respirazione, inizialmente sotto stress, e successivamente anche quando il corpo è a riposo. La maggior parte dell'insufficienza cardiaca si verifica a causa di uno scarso apporto di ossigeno al muscolo cardiaco a causa dell'arteriosclerosi. Le persone anziane, in particolare, soffrono di un cuore debole. Nella fascia di età compresa tra i 70 e gli 80 anni, ne sono colpiti fino al 20%. Nel 2015, l'insufficienza cardiaca è stata la terza causa di morte in Germania: 47.414 pazienti sono morti a causa di questa malattia.

Tags.:  Diagnosi capelli i denti 

Articoli Interessanti

add